Sostenibilità elettrica per la Johan Cruijff ArenA di Amsterdam

374

Oltre a sfruttare l’energia autoprodotta, lo stadio potrà scambiare l’energia disponibile nelle batterie con la rete elettrica olandese

Frutto della collaborazione tra Nissan, Eaton, BAM, The Mobility House e la Johan Cruijff ArenA, con il sostegno dei fondi Amsterdam Climate and Energy Fund (AKEF) e Interreg, l’Amsterdam Energy ArenA rappresenta il più grande sistema di accumulo di energia d’Europa in un edificio commerciale.

Il sistema da 3 megawatt utilizza batterie sia rigenerate che nuove provenienti da veicoli elettrici e offre una fonte energetica efficiente e maggiormente affidabile a uso dello stadio, dei suoi visitatori e della rete elettrica olandese. Combinando unità di conversione d’energia di Eaton e batterie equivalenti a 148 Nissan LEAF, il sistema per l’accumulo d’energia rende non solo possibile un sistema di alimentazione più sostenibile, ma crea anche un’economia circolare per le batterie dei veicoli elettrici.

Capacità di accumulo flessibile
Lo stadio si assicura in questo modo una grande quantità di energia, anche in caso di black out. Come risultato aggiuntivo, lo stadio contribuirà a stabilizzare la rete elettrica olandese.  

Il sistema per l’accumulo dell’energia gioca un ruolo importante nel bilanciamento della fornitura e della domanda di energia all’interno della Johan Cruijff ArenA. Il sistema di accumulo ha in totale una capacità di 3 megawatt, sufficiente ad alimentare numerose abitazioni; inoltre questa capacità indica anche che l’energia prodotta dai 4200 pannelli fotovoltaici sul tetto dell’ArenA può essere immagazzinata per essere usata in maniera ottimale.

Il sistema di accumulo d’energia fornirà l’alimentazione di backup riducendo l’impiego dei generatori diesel e offrirà un supporto alla rete elettrica attenuando i picchi che si verificano durante i concerti.