Con Cisco, in Liguria, la videoconferenza è a portata di cittadino

Il progetto con Liguria Digitale prevede una postazione tecnologica installata nel Municipio V – Valpolcevera

A Genova, nella sede del Municipio V in via Reta, uno sportello virtuale di recente inaugurazione permette ai cittadini di prendere un appuntamento tramite il totem interattivo installato, oppure semplicemente collegandosi da casa con il proprio pc, smartphone o tablet.

Parte integrante di quel di rinnovamento necessario per la pubblica amministrazione che, sempre di più, deve saper offrire servizi da remoto per aiutare i cittadini e per migliorare la viabilità nelle città, il progetto realizzato con tecnologie di video conferenza e di collaborazione/interazione online Cisco Telepresence porta con sé una serie di vantaggi.

I servizi, a oggi, disponibili, infatti, sono diversi e coprono un ampio spettro di quelli attualmente erogati dagli sportelli aperti al pubblico degli enti coinvolti.

Nello specifico, Regione Liguria mette a disposizione tutti i servizi del Liguriainforma point informazioni e notizie sulle politiche dell’amministrazione regionale, risposte a questioni specifiche su iniziative e opportunità per turismo, lavoro, concorsi, bandi, salute, contributi per la prima casa, formazione, bandi per eventi straordinari, bollo auto, politiche sociali, eventi culturali e protezione civile.

Il Comune di Genova fornisce, inoltre, il servizio di certificazione sia d’anagrafe che di stato civile con timbro digitale. Tali certificati hanno lo stesso valore giuridico rispetto a quelli rilasciati a sportello. Inoltre, fornisce informazioni in materia di testamento biologico e carta d’identità elettronica.

Non caso, lo sportello virtuale che utilizza le tecnologie messe a disposizione da Cisco Italia, vede l’integrazione di una soluzione pensata per l’offerta di servizi digitali al cittadino creata in collaborazione con K-Digitale e il partner Italtel. A coordinare il tutto ci pensa Liguria Digitale, la società in-house di Regione Liguria che si occupa della strategia digitale, oltre che del supporto tecnico e operativo nell’attivazione della piattaforma digitale.

Uno sportello per far cambiare faccia ai servizi regionali e comunali
Per utilizzare lo sportello virtuale appena inaugurato non servono competenze tecnologiche particolari. La prenotazione dell’appuntamento per il servizio richiesto avviene dal totem installato nella sede del municipio oppure online in pochi click sui siti web https://sportellovirtuale.comune.genova.it o https://sportellovirtuale.regione.liguria.it, accessibili anche dalle home page dei siti istituzionali di Regione e Comune.

Nel corso del colloquio in videoconferenza, il cittadino viene guidato passo dopo passo dall’operatore. Gli impiegati regionali e comunali, che sono stati appositamente formati, si alternano a una postazione video dedicata interrogando gli stessi sistemi informatici che usano normalmente agli sportelli nelle sedi centrali: possono dunque assistere il cittadino e svolgere le pratiche richieste come se fosse fisicamente presente, senza alcuna differenza.

In questo modo si dà la possibilità, ai tanti cittadini che abitano in Valpolcevera, una delle principali vallate del genovesato, di usufruire dei servizi comunali senza dover spostarsi verso altre zone della città.

Non a caso, nella data prescelta per l’appuntamento, il cittadino trova in via Reta una sala dedicata in cui può collegarsi in videoconferenza con gli operatori regionali o comunali per richiedere documenti, certificazioni, avviare o aggiornare pratiche o semplicemente per chiedere informazioni. A disposizione anche gli strumenti per inviare, ricevere e stampare la documentazione relativa.

L’intento, appunto, è creare una rete capillare che possa mettere in condizione il cittadino di poter accedere a strumenti importanti senza dover fare il giro di mille uffici. A questo servono le tecnologie messe a disposizione da Cisco Italia e i sistemi implementati da LiguriaDigitale.

Un progetto dinamico quello tra Cisco e Genova
Il tutto rientra nel Protocollo di Intesa firmato con la città di Genova lo scorso maggio. Un impegno per Cisco che, aiutando la Regione Liguria e il Comune di Genova a realizzare lo sportello virtuale confida di poter dare supporto ai cittadini e alle imprese locali, mettendo tecnologie semplici e sicure al servizio delle persone.

Altri servizi potranno aggiungersi in futuro in base all’esperienza di utenti e operatori e a eventuali nuove opportunità fornite dalle tecnologie impiegate.
Nei prossimi mesi il Comune ha anche in progetto di attivare il servizio presso gli altri otto municipi della città.