Tre nuovi innovativi modelli ampliano l’offerta di Monitor Cloud di LG per rispondere alle esigenze di grandi aziende e Pubblica Amministrazione

LG Electronics ha annunciato di aver ampliato l’offerta di Monitor Cloud con tre innovativi modelli pensati per rispondere alle moderne esigenze del mondo del lavoro e delle aziende impegnate nella costante ricerca di eccellenti prestazioni a costi ridotti.

La forte accelerazione dei processi di digitalizzazione, in considerazione anche del recente contesto, e le tante innovazioni in ambito tecnologico, hanno spinto anche le aziende più scettiche a modernizzarsi e a investire in soluzioni cloud che facilitino una gestione da remoto del business.

Le nuove esigenze del mondo del lavoro come ad esempio la necessità di ottimizzare i flussi, automatizzare i processi, o integrare strumenti per il lavoro in mobilità portano a gestire una quantità maggiore di dati in cloud e rendono sempre più necessaria l’adozione di strumenti tecnologicamente avanzati, in grado di consentire alle aziende un alto livello di produzione e competitività.

Prestazioni elevate a costi contenuti

Proprio per rispondere alle nuove esigenze del mercato, LG ha scelto di migliorare ulteriormente la propria linea di Monitor Cloud con tre nuovi modelli, perfetti per realtà professionali di una certa dimensione, come pubbliche amministrazioni e grandi aziende che necessitano di prestazioni elevate a costi contenuti.

La nuova line up comprende tre monitor All-in-One da 38”, 34” e 27” (38CL950, 34CN650, 27CN650) in versione Thin Client. I monitor della linea cloud di LG sono disponibili anche nella versione dotata di sistema operativo Windows 10 ed LG Cloud Device Manager e compatibili con i più importanti protocolli VDI (Vmware, Citrix, Amazon Workspaces e Azure).

Una delle soluzioni più innovative, dal punto di vista dell’esperienza utente e per quanto riguarda le feature integrate, è il Monitor da 38” della serie CL950. Si tratta di un display UltraWide con risoluzione WQHD+ 3840×1600 e schermo IPS curvo 21:9 che offre una maggiore produttività, grazie alla possibilità di visualizzare contemporaneamente più finestre di dati su un solo schermo, e una migliore resa delle sessioni di videoconferenza, grazie a speaker e webcam integrati. Il monitor è inoltre dotato di USB-C, processore AMD Ryzen con 8GB di RAM DDR4 e sistema operativo Windows 10 Professional. Questo monitor, inoltre, è in grado di ricevere informazioni e dati anche da sorgenti diverse grazie alla funzione PBP.

La seconda proposta di LG per ampliare l’offerta della propria line up di Monitor Cloud sono gli schermi da 34” e 27” della serie CN650. Guardando in particolare al modello da 34”, come il precedente, è dotato di USB-C e di speaker e pop-up webcam integrati ma a differenza del monitor della serie CL950 si presenta con un display IPS 21:9 Full HD con risoluzione 2560×1080. La versione senza sistema operativo è dotata di proces-sore Intel Quad-core e 4GB di RAM DDR4 mentre la versione con Windows 10 IoT Enterprise include 8GB di RAM DDR4.

I Monitor della linea Cloud offrono numerosi vantaggi sia in termini di maggiore produttiva che di riduzione dei costi e sicurezza per i propri dati. Accedere ai file da remoto e visualizzare più finestre contemporaneamente grazie ai display IPS di LG 21:9 aumenta l’efficienza e rende il lavoro più agile, oltre ad aumentare il comfort dell’esperienza visiva. Un altro aspetto molto importante per le aziende di qualsiasi settore è sicuramente quello di riuscire a ridurre i costi. Grazie al Total Cost of Ownership, che consente di stimare prima dell’acquisto tutti i costi, compresi quelli di installazione, manutenzione periodica e consumo energetico, è più semplice gestire il business e tenere sotto controllo le spese. Inoltre, se i dati sono il “tesoro” delle aziende, la competitività si basa anche su quanto le aziende stesse siano in grado di proteggerli. I monitor Cloud di LG semplificano questa attività, eliminando i rischi di perdita di dati sensibili grazie alla possibilità di archiviare file e documenti sul server e renderli accessibili solo ad utenti autorizzati.