big_data

I retailer stanno rapidamente adottando le soluzioni di Qlik come parte del loro impegno per massimizzare il valore dei dati in tempo reale per i processi decisionali.

Negli ultimi due trimestri, i retailer hanno scelto l’approccio Active Intelligence di Qlik, che si traduce nella capacità di sfruttare in tempo reale informazioni aggiornate per migliorare il processo decisionale e innescare azioni aziendali dal basso, in modo da capitalizzare, in un mercato in così rapida evoluzione, ogni momento di business.

Dovendo far fronte a margini molto bassi già in circostanze normali, il COVID-19 ha spinto i rivenditori a ripensare rapidamente diversi aspetti della loro struttura: la supply chain, le operazioni di magazzino e dei centri di distribuzione, i modelli di consegna del prodotto e il mix fisico/digitale.

Retailer più consapevoli dei dati nei processi decisionali

Anche i rivenditori con una solida presenza digitale si sono resi conto che era necessario abbattere ulteriormente i silos di dati interni e portare i dati in tempo reale e correlati al contesto all’interno del loro processo decisionale.

Tutto ciò ha suscitato un enorme interesse nell’adozione di Qlik – che serve 2 dei primi 3, e 5 dei primi 10, NRF Top 100 Retailers – come catalizzatore per modernizzare rapidamente le pipeline di dati e le analytics con il fine di supportare nuovi modelli operativi immaginati con dati che guidano l’azione, riducono la perdita di clienti e mantengono la customer satisfaction.

Come sottolineato in una nota ufficiale da David Moran, Supply Chain Director, KFC Europe: «Con Qlik, forniamo ai nostri team e ai clienti di ciascuna business unit una visione delle performance in tempo reale. Comprensione, responsabilità e trasparenza sono stati fattori molto importanti nello stabilire la fiducia nelle capacità della nostra azienda, e sono ora alla base della nostra vision di proteggere e far crescere il brand con una supply chain a livello mondiale».

Per Elizabeth Dalton, direttore di Luxottica Retail (oggi in Health-E Commerce): «Qlik è un game-changer quando si tratta di promuovere la cultura delle analytics. L’ampia varietà di modalità di visualizzazione disponibili sulla piattaforma Qlik porta all’esplorazione immediata dei dati e alla generazione di insight, il che allontana i nostri utenti da report troppo statici».

Il settore della vendita al dettaglio continua a essere altamente competitivo, con sfide costanti affiancate da un crescendo di opinioni e richieste da parte dei clienti.

Dati e analytics Qlik per i principali attori del settore retail

È fondamentale garantire flessibilità e scalabilità nel fornire dati accurati e quasi in tempo reale in tutta l’azienda – dalla supply chain ai magazzini e centri di distribuzione, fino ai negozi fisici e all’e-commerce. Le aziende che ora utilizzano le piattaforme di dati e analytics di Qlik rappresentano alcuni dei più noti franchising globali di fast-food, aziende di abbigliamento e accessori, così come rivenditori di mobili per la casa.

  • Dorel Industries progetta e produce prodotti per lo sport, la casa e i giovani, apprezzati quotidianamente da milioni di persone. La divisione Home ha iniziato il suo viaggio con Qlik Cloud Business nel 2017, per poi passare a Qlik Sense Enterprise SaaS nel 2019. Oggi, tutte e tre le business unit di Dorel utilizzano Qlik per vendite, operation e l’e-commerce ottenendo, grazie a Qlik, visibilità su più di 8.000 SKU attraverso decine di rivenditori.
  • Burger King, la multinazionale americana di fast-food in franchising, impiega Qlik Sense a livello regionale per supportare la business intelligence centrale nella sua trasformazione gestionale, con lo scopo di creare un sistema flessibile e facile da usare per l’analisi delle vendite e della situazione finanziaria.
  • Kendra Scott è un marchio leader nel settore del fashion-lifestyle, specializzato in gioielli, arredamento per la casa, regali e bellezza. Kendra Scott ha investito in Qlik Sense SaaS per implementare le cloud analytics come elemento chiave della trasformazione digitale. Gli utenti aziendali dei team Finance, Operation, Sales, Marketing e Sourcing possono ora ottenere insight quasi in tempo reale attraverso i retailer, gli e-commerce, o le vendite BOSS e BOPIS come self-service. Sfruttando le opportunità di Qlik, Kendra Scott è stata in grado di iniziare velocemente con SaaS, facendo partire la produzione delle loro prime app in meno di una settimana.

Tra gli altri rivenditori che utilizzano i prodotti Qlik vi sono: Rapide Brow & Lash Bar, in Svezia, Fenwick e Travis Perkins, nel Regno Unito; REI, Best Buy e Walgreens, negli Stati Uniti; la divisione Asia Pacifico di Chanel, Chow Tai Fook, a Hong Kong, nonché Malabar Group of Companies, in India.

Come concluso da Poornima Ramaswamy, Executive Vice President, Global Solutions and Partners di Qlik: «Sempre più aziende di vendita al dettaglio stanno passando da modelli di business intelligence passivi ad attivi, il che evidenzia la necessità di dati in tempo reale per informare il processo decisionale. L’Active Intelligence, realizzata attraverso la nostra piattaforma end-to-end, permette di migliorare prestazioni e portare valore in tutte le aziende dei nostri clienti al dettaglio, fornendo i dati giusti e gli insight ai decision maker quando sono davvero rilevanti e di impatto».