Visa-e-Mastercard

Bitcoin in versione rialzista, dopo le dichiarazioni in termini di apertura da parte di Visa. La notizia è molto attuale, ma creerà certamente un buon precedente per il mercato delle criptovalute e dei bitcoin. Una ulteriore conferma, qualora dovesse servire, per togliere dubbi circa la validità e l’attualità dei servizi di criptovalute, leve finanziarie e dei servizi di trading online digitale, per restare nell’elemento della finanza più contemporanea. Visa in pratica ha annunciato che realizzerà un nuovo importante progetto che vedrà coinvolta proprio l’integrazione delle criptovalute, come metodo di pagamento, tra i wallet che si potranno utilizzare. Un’operazione che potrebbe quindi gettare nuova luce proprio nel momento di massimo splendore e dove la valutazione attuale delle cryptocurrency viaggia su volumi e cifre record che hanno appena sfiorato la soglia dei 62 mila dollari, durante la terza settimana di marzo scorso. In effetti l’utilizzo di strumenti digitali negli Usa è sempre più alla portata e l’apertura di Visa non è altro che un’ulteriore conferma di quello che da qui a breve diventerà una realtà consolidata con cui fare i conti. In pratica durante gli ultimi dieci anni il business delle criptovalute e il settore del trading online hanno effettuato passi da gigante, verso un consolidamento che era stato già preventivato da esperti, analisti e broker.

Nonostante il veto piuttosto netto e fisiologico, da parte della finanza conservatrice e mainstream, alla lunga il discorso del trading, dell’acquisto di bitcoin come Binance, ha fatto il suo naturale corso. Era solo questione di tempo perché la situazione prendesse quota, e questo potrebbe essere davvero l’ultimo treno da prendere per investire in un settore che mostra ancora di avere le qualità e le risorse per andare a consolidarsi. Chiariamoci: con grandi investimenti questo sarà il nuovo business per lungo tempo, ma per chi vuole cogliere una occasione ghiotta al volo, questo è il momento in cui bisogna investire e comprare bitcoin. Le performance e le incertezze degli anni passati sembrano archiviati, visto che le news di economia e di finanza mainstream stanno già annunciando come il bitcoin sia uno dei rifugi sicuri, a livello di investimento lungo il 2021. Si passa quindi dalla potenziale bolla e da un settore da trattare con le pinze, come era stato detto in passato, al nuovo too big to fail di questa epoca presente. Dove sta la verità? I rischi quando si tratta del campo degli investimenti, sono sempre dietro l’angolo e possono sconfinare anche nei settori di investimento più alla moda del momento.

Si tratta quindi di stabilire e di comprendere quali saranno gli effetti del quadro economico e finanziario del momento. Tuttavia le criptovalute e i bitcoin, assieme al trading online, vengono visti con sospetto solo in alcune zone europee, visto che in Asia e in Nord America si va verso un consolidamento e un valore che tenderà ad aumentare lungo il 2021 e per il nuovo anno a cui stiamo andando incontro. La programmazione di un trend economico, si basa come sappiamo su proiezioni di borsa e dei mercati da qui ai prossimi 6-12 mesi. L’interessamento di Anchorage, banca che si occupa di asset digitali e che ha deciso di collaborare con Visa per il regolamento di valute e pagamenti digitali tramite criptovalute è decisamente la notizia del mese e che farà il giro del mondo, almeno per quanto riguarda il campo degli investimenti di bitcoin, di titoli digitali e dei tecnologici. Sarà un anno intenso e importante, sotto questo punto di vista. Le premesse ci sono davvero tutte.