Backup dei dati, Toshiba ci spiega come e perché

413

In occasione della Giornata Mondiale del Backup il 31 marzo, l’azienda giapponese illustra quali sono le regole da seguire per mettere al sicuro i propri file

Il 31 marzo sarà il WorldBackupDay, ovvero la Giornata Mondiale del Backup. Si tratta di una ricorrenza quanto mani necessaria, oggi, dal momento che la nostra vita privata e lavorativa “vive” sempre più in formato digitale. Digitali, infatti, sono i progetti e documenti di lavoro, i nostri contatti, le fatture, le ricevute, l’estratto conto della banca, ma anche le fotografie delle vacanze, la nostra musica preferita, i film che amiamo di più. Chiunque abbia provato cosa signifia perdere per sempre file preziosi sa per esperienza quanto sia importante, anzi, vitale, ricordarsi di fare il backup dei dati. Anche perché, quando il PC, il notebook oppure il tablet decidono di non funzionare più non ci avvisano di certo per tempo, e c’è poi sempre il rischio di una caduta accidentale del dispositivo, oppure il furto.

Ebbene, in occasione della Giornata Mondiale del Backup Toshiba Storage Peripherals Division invita gli utenti a mettere al sicuro i propri dati, ricordando tre regole fondamentali per mettersi al riparo da rischi:

1) Acquistare un hard disk che abbia un software di backup automatico,
2) Installare il software di backup, incluso nell’hard disk,
3) Impostare il software in modo che esegua il backup automatico quotidiano ad un orario a vostra scelta, affidando il compito del backup al vostro HDD.

All’interno dell’offerta di Toshiba Peripherals Storage Division ci sono diverse soluzioni che consentono il backup automatico dei propri dati: abbiamo già parlato, ad esempio del Canvio Connect II e del Canvio Alu.