Un anno di successi per Canon e Integra Document Management

448

La visione innovativa della partnership ha permesso alle due aziende di ottenere grandi risultati

Circa un anno fa veniva annunciato il completamento dell’acquisizione di Integra Document Management (IDM) da parte di Canon Italia. Il piano di allineamento e integrazione delle due aziende si è concluso con successo e, grazie al contributo dato dal conferimento del ramo d’azienda Canon Business Service, oggi IDM può contare su oltre 1.000 risorse impegnate su tutto il territorio italiano per fornire servizi e soluzioni di qualità, adottando un approccio consulenziale e di condivisione con il cliente.

I successi ottenuti da IDM nel corso del 2015, non fanno altro che confermare il valore dell’investimento effettuato da Canon nell’acquisizione dell’azienda”, ha commentato Enrico Deluchi, presidente e amministratore delegato di Canon Italia e presidente di IDM. “Abbiamo raddoppiato le dimensioni come numero di dipendenti: 1600 persone di cui quasi 1.200 si occupano di servizi, con un fatturato in Italia, che supera i 50 milioni di euro in ambito servizi, dato estremamente rilevante nel panorama delle imprese dell’ICT”.

Con IDM strategia ed efficienza si uniscono nell’ottimizzazione dei processi e nel cost saving certificato, migliorando la produttività aziendale. L’obiettivo di riuscire a soddisfare tutte le esigenze gestionali del mercato diventa possibile grazie a un sistema integrato di competenze, esperienze e soluzioni specifiche.

L’approccio innovativo di IDM unitamente all’eccellenza tecnologica che da sempre contraddistingue le nostre soluzioni, ci permette di prendere in carico l’intero ciclo di vita del documento gestendolo a 360° per conto dei nostri clienti, elemento che sicuramente ci contraddistingue nel panorama italiano”, conclude Deluchi.

Le conferme arrivano anche dai clienti, lo dimostra il rinnovo del 99% dei contratti in scadenza e l’acquisizione di 25 nuovi clienti per un totale di 300 grandi aziende attive nei settori bancario e assicurativo, Telco, Media, Multiutility, Retail e GDO.

Aumenta anche il numero delle sedi operative di IDM sul territorio, raggiungendo la quota di undici infrastrutture dopo l’apertura della sede di Firenze e di un nuovo Process and Document Center a Bedizzole, Brescia. Un edificio all’avanguardia della dimensione di 8.000 mq che garantisce l’erogazione dei servizi di archiviazione documentale e digitalizzazione in modo sicuro.

Il nostro successo lo abbiamo ottenuto grazie a una visione innovativa, alla capacità di gestire con efficienza i processi integrandosi a fondo con la realtà del cliente e a un’offerta con caratteristiche uniche sul mercato“, ha dichiarato Michele Cutillo, amministratore delegato di IDM. “Abbiamo le competenze, le tecnologie e le infrastrutture per poter offrire un servizio eccellente, globale ed integrato”.

Tra i progetti più significativi intrapresi nel corso del 2015 spiccano i servizi erogati ad A.N.A.C. (Autorità Nazionale Anticorruzione), UnipolSai e Carrefour Bank

 Le nuove certificazioni IDM

Due importanti certificazioni si sono aggiunte al portafoglio di valori di IDM durante il 2015:

  • La certificazione ISO/IEC 2700, grazie alla quale l’azienda può garantire ai propri clienti una protezione completa delle informazioni, aspetto fondamentale per una realtà che offre servizi specializzati nell’outsourcing e nell’information management.
  • IDM ha inoltre concluso il percorso formativo sulla metodologia Lean Six Sigma con il conseguimento della certificazione Green Belt, un passo importante nella realizzazione di un programma aziendale focalizzato sul miglioramento delle performance e sulla gestione dei processi aziendali.

Nel corso de 2015 abbiamo gestito e concluso importanti progetti orientati alla trasformazione digitale e al corretto governo delle informazioni. Oltre a quelli già citati, siamo i responsabili di uno dei progetti più importanti nell’ambito dell’editoria. Un enorme lavoro di digitalizzazione di oltre 140 anni di storia italiana raccontati attraverso le pagine di un importante quotidiano: 8 milioni di edizioni, 22 mila firme, 6 miliardi di parole, il tutto gestito da un team di oltre 30 persone impegnate in anni di lavorazioni. Molti casi di successo che di fatto ci proiettano a pieno titolo in uno dei progetti più ambiziosi di Canon Italia, legato alla valorizzazione delle eccellenze italiane attraverso l’imaging: IoX, Imaging of Italian Xellence”, conclude Michele Cutillo.