Ricoh_Fondazione Daimon_1

Il laboratorio dell’istituto tecnico Grafica e Comunicazione Luigi Monti di Fondazione Daimon apre le porte a Ricoh Pro T7210, soluzione di stampa flatbed grazie alla quale gli studenti possono avvicinarsi all’innovazione tecnologica realizzando prodotti finiti in ambito interior decoration e sperimentando nuovi materiali.    

La scuola deve riuscire ad assumere un ruolo strategico nell’educare le nuove generazioni anche consentendo loro di utilizzare tecnologie in grado di valorizzare il percorso di studio e l’apprendimento e di preparare al mondo del lavoro. È questa l’idea che sottende la collaborazione nata tra Ricoh Italia e la Fondazione Daimon, istituto tecnico di Saronno (VA) che fornisce una formazione completa sul mondo della grafica e della comunicazione. Nel laboratorio dell’istituto è ora presente Ricoh Pro T7210, soluzione flatbed con inchiostri UV ideale per applicazioni in ambito visual e interior decoration.

Ricoh_Fondazione Daimon_1

Gli studenti possono sperimentare le possibilità offerte da questa tecnologia e la versatilità di stampa su numerosi materiali tra cui vetro, legno, acciaio, cartone e forex. Sono già stati realizzati prodotti finiti, come ad esempio pareti su forex e d-bond, per allestire e decorare il laboratorio. È stato così creato un ambiente creativo e fantasioso che può essere visitato anche dai clienti Ricoh che vogliono ampliare il business ed entrare nel mercato dell’interior decoration.

“Le offerte formative della Fondazione – commenta David Serenelli, docente della scuola – permettono agli alunni di sperimentare e apprendere le competenze più richieste dal mercato del lavoro. Va in questa direzione il progetto realizzato con Ricoh che rende la didattica più dinamica e interessante, incoraggiando gli studenti ad essere sempre più attivi e intraprendenti”. 

“Ricoh, anche in qualità di socio di Argi (Associazione Fornitori Industria Grafica), sostiene molte iniziative volte a valorizzare i giovani talenti che intraprendono un percorso formativo nell’ambito della stampa e della comunicazione”, spiega Giorgio Bavuso, Direttore Commercial and Industrial Printing di Ricoh Italia. “Vogliamo avvicinare le nuove generazioni all’innovazione tecnologica e stimolare le loro capacità. Gli studenti devono poter esprimere al massimo la creatività e le competenze acquisite nel percorso di studio, proiettandosi così verso il loro futuro professionale”.