La tecnologia laser di Sony al servizio della storia

La storia millenaria di Siena e della sua Acropoli raccontata attraverso le narrazioni digitali in 3D con tecnologia laser Sony

Arruolati al servizio dell’Art Experience, sono ben 49 i proiettori laser Sony utilizzati per riportare il visitatore direttamente nella Siena antica all’interno dei suoi edifici storici adibiti a spazi museali con una serie di suggestivi percorsi esperienziali.

A realizzarli ci ha pensato Opera Laboratori Fiorentini, società che vanta una lunga e consolidata esperienza nella gestione dei servizi museali e nell’organizzazione degli eventi espositivi di alta qualità. Sua era la necessità di dotarsi di nuove tecnologie di videoproiezione per valorizzare la narrazione della ricca storia millenaria di Siena all’interno di spazi antichi e di palazzi storici ora adibiti a eventi culturali ed espositivi.

Il principale obiettivo era rendere la città, gioiello medievale della Toscana e sito UNESCO, ancora più interessante e riuscire così ad attrarre, con proposte nuove, un maggior numero di turisti, rendendo la loro esperienza più piacevole. Per soddisfare le proprie necessità comunicative e d’intrattenimento culturale, Opera Laboratori Fiorentini si è rivolta a IC VideoPro, system integrator specializzato nella consulenza progettuale completa per la realizzazione di installazioni innovative e coinvolgenti.

Grazie alla sua competenza è stato possibile realizzare delle installazioni personalizzate ed integrate all’interno dei vari spazi storici, un vero e proprio percorso multimediale che vede impiegati 49 proiettori laser Sony e che coinvolge diverse strutture del centro storico, tutte vicine al Duomo e alla sua storica piazza: l’Accademia Musicale Chigiana, Santa Maria della Scala (situata di fronte al Duomo), San Giovannino (sotto il Duomo) e, non molto lontano da Siena, Torre Grossa a San Gimignano.

Recuperare la memoria storica e valorizzare l’esistente
L’obiettivo dell’intero progetto era aprire Siena a cittadini e turisti in una nuova e suggestiva veste. Fondamentale era quindi coinvolgerli in atmosfere accoglienti, ma anche sorprendenti e innovative, facendo esperienza della storia e dei valori propri del luogo. Le nuove tecnologie dovevano integrarsi nei percorsi museali del Duomo e di Santa Maria della Scala con il duplice intento di recuperare la memoria storica ma anche di valorizzare le nuove funzionalità di luoghi chiusi al pubblico ormai da tempo, come San Giovannino. Alcuni luoghi erano poi particolarmente bui e la tecnologia laser con la sua spettacolare chiarezza ha reso le narrazioni ancora più suggestive.

In risposta alle esigenze dello spazio e in stretta collaborazione con Opera Laboratori Fiorentini e Sony, il system integrator IC VideoPro ha proposto e realizzato una soluzione composta da 49 proiettori laser Sony, con installazioni specifiche studiate per ciascuna sala degli antichi luoghi storici, attraverso l’adozione di 4 VPL-FHZ700L 3LCD da 7.000 lumen, 8 VPL-FHZ65 da 6.000 lumen, 26 VPL-FHZ60 da 5.000 lumen, di cui 16 per l’allestimento completo in San Giovannino per “Divina Bellezza”, e 11 VPL-FHZ57 da 4.100 lumen, di cui 4 specificamente adottati per Torre Grossa a San Gimignano.

I proiettori Sony della serie FHZ offrono sorgenti luminose al laser di lunga durata e immagini di qualità WUXGA, installazione versatile e costi di esercizio ridotti, tutte caratteristiche che li rendono estremamente funzionali. I proiettori possono essere accesi o spenti immediatamente, senza tempi di attesa per il riscaldamento o il raffreddamento delle lampade. L'’levata luminosità, requisiti minimi di manutenzione e la libertà di angolazione li rendono una scelta di presentazione accattivante in una vasta gamma di applicazioni. La sorgente laser dalla grande efficienza energetica vanta una durata nominale fino a 20.000 ore senza manutenzione. L’utilizzo del laser ha immediatamente eliminato una grande quantità di costi di manutenzione.

In aggiunta, il funzionamento silenzioso e il design sottile ed elegante ben si integrano con il contesto.

Il risultato è un percorso multimediale culturale davvero sorprendente e coinvolgente, che contribuisce a dare valore alla città e alla sua offerta turistica, un’esperienza sensoriale che valorizza la storia e la cultura di una città unica, dalle tradizioni ancora forti.