Home banking: come usarlo in sicurezza

Alcuni consigli per la gestione sicura del proprio home banking

La tecnologia ci ha portato sempre più velocemente ad approfittare della sua praticità per le operazioni di ogni giorno. Poter pagare direttamente online è sicuramente uno dei vantaggi dello sviluppo delle nuove tecnologie.

L’home banking è diventata ormai una pratica ricorrente e usuale per esperti della rete come per chi non ne ha alcuna conoscenza. Il motivo? È comodo e rapido.

Nonostante i suoi vantaggi numerosi ed evidenti, questa soluzione comporta qualche dettaglio da non sottovalutare, legato in particolare al suo utilizzo.

Capire come utilizzare lhome banking in sicurezza è necessario per evitare di commettere errori per niente piacevoli, che nella realtà virtuale possono essere all’ordine del giorno.

In questo articolo vi spiegheremo come fare operazioni bancarie online in maniera sicura, in modo da non cadere nella ricorrenti trappole degli hacker. Se è vero infatti che l’home banking è una soluzione comodissima, è anche vero che le insidie, se non si sa usare la rete nel modo giusto, sono dietro l’angolo. Questo accade con ogni applicazione che usa i nostri dati e informazioni varie, e che in alcuni casi può mettere a rischio la nostra sicurezza, il nostro conto in banca e i nostri risparmi.

Home banking: cosa c’è da sapere

Prima di procedere con l’utilizzo dell’home banking è necessario conoscere qualche segreto per imparare a gestire le sue soluzioni.

Il primo consiglio utile in questo contesto è quello di accedere al proprio conto online con una connessione privata (di casa o dell’ufficio) purché sia sicura al 100%, e mai con una rete wi-fi pubblica. Da questa potrebbero infatti accedere terze persone estranee, con l’obiettivo di sottrarre denaro o informazioni private.

Protagonisti di queste brutte sorprese sono i malware, software dannosi ideati appositamente per creare problemi quando si utilizza l’home banking. Per evitare di cadere in queste truffe basta dotarsi di un software antimalware che sia di qualità. In rete è possibile affidarsi ad antivirus gratis che rispondono perfettamente alle nostre esigenze.

Fare attenzione alle mail che arrivano dalla propria banca è fondamentale per la nostra sicurezza. Se la banca ha bisogno dei nostri dati personali non ci invierà certo una mail, ma ci chiamerà al telefono o chiederà un appuntamento di persona. Quindi, attenzione alle mail: mai comunicare dati personali, in nessun caso, per evitare di cadere nella trappola del phishing.

Home banking: consigli

Oltre a quello di connettersi a una rete sicura per entrare nel tuo servizio di home banking, ci sono altre regole da seguire per non cadere nelle truffe degli hacker. Se volete approfondire ulteriormente l’argomento, vi rimandiamo ai consigli per un home banking sicuro degli esperti di Panda Security.

Ecco però altre due dritte indispensabili per usare l’home banking in sicurezza:

  • Creare password efficaci e mai banali: la vostra password deve essere difficile da indovinare e aggiornata regolarmente, in modo che non sia mai la stessa. In questo modo sarà difficile intuirla. Solitamente le password più forti sono quelle più difficili da memorizzare.
  • Proteggere i dispositivi che utilizziamo, non soltanto pc, ma anche tablet e smartphone: per farlo si dovrà installare un antivirus di qualità e utilizzare il sistema di riconoscimento biometrico del nostro smartphone, uno dei quali è il lettore di impronte digitali. Così sarà difficile che un hacker entri nel nostro sistema di home banking.