Qualcomm Technologies: più sicurezza alle soluzioni di connettività cellulare grazie a Microsoft Azure Sphere

Qualcomm Technologies realizzerà i primi chip certificati Azure Sphere abilitati per la rete cellulare

Qualcomm Technologies, sussidiaria di Qualcomm Incorporated, ha annunciato il proprio impegno verso l’implementazione del primo chip cellulare ottimizzato e certificato per il sistema operativo Microsoft Azure Sphere Internet of Things (IoT). Il nuovo chip per IoT targato Qualcomm Technologies certificato Azure Sphere includerà livelli di sicurezza hardware, sarà preconfigurato con Azure Sphere e si connetterà automaticamente ai servizi cloud Azure Sphere.

“Siamo contenti di poter annunciare un’ulteriore espansione del nostro già ampio portfolio di soluzioni IoT e di includere le potenti capacità di Microsoft Azure Sphere al nostro futuro chipset – ha affermato Jeffery Torrance, vice president, business development, Qualcomm Technologies -. L’obiettivo è abilitare innovative trasformazioni nel business dei nostri clienti in diversi ambiti, in particolare laddove operazioni di computing ad alta potenza, connettività a bassa latenza e sicurezza end-to-end possono fare un’importante differenza.”

“Affinché le innovazioni IoT siano affidabili, queste devono poggiare le proprie fondamenta sulla sicurezza. Qualcomm Technologies permetterà ai partner di innovare con la garanzia che i propri prodotti, clienti e brand siano al sicuro – ha commentato Galen Hunt, distinguished engineer and managing director, Microsoft Azure Sphere -. Il nuovo chipset IoT permetterà di esplorare nuovi scenari – anche quelli con le risorse più limitate. Oltre a beneficiare delle innovazioni sul silicio e dell’expertise di Qualcomm Technologies in termini di sicurezza cellulare e embedded, i nostri partner avranno la libertà di connettere i propri device in maniera sicura ovunque e in qualsiasi momento.”