La nuova release di Adobe Creative Cloud si arricchisce di strumenti in applicazioni quali Photoshop, Lightroom, XD, Illustrator e Premiere Pro

Adobe ha implementato all’interno delle sue app più celebri nuove funzionalità che semplificano e ottimizzano il lavoro di squadra. Negli ultimi mesi, infatti, a causa dell’emergenza sanitaria, anche il settore della creatività ha dovuto evolversi per adattarsi a nuovi modelli lavorativi dove la collaborazione a distanza tra persone e team è stata – ed è tuttora -fondamentale.

In questo contesto, Adobe Creative Cloud si rinnova anche per sostenere una nuova vena creativa, aiutando le persone a realizzare più rapidamente e facilmente tutto ciò che possono immaginare.

Collaborare in modo più efficiente lavorando da casa

Mentre aziende e organizzazioni del settore della creatività cercano di assicurare la continuità operativa ai tempi del COVID-19, Adobe Creative Cloud sta lavorando per progettare e implementare nuove funzionalità che semplificano la collaborazione tra designer e stakeholder.

Nello specifico, nella nuova versione, Adobe Illustrator si unisce a Photoshop e XD nell’introduzione dei documenti cloud. I documenti cloud sono ideali per lavorare con chiunque in modo più veloce e intelligente. Il salvataggio è rapido e automatico e i documenti sono facilmente accessibili dalla schermata Home; oggi è possibile tenere tracciare, etichettare e ripristinare le versioni precedenti direttamente in Illustrator.

Questo è solo l’inizio di ciò che è possibile realizzare con i documenti cloud in Illustrator: presto gli utenti saranno in grado di condividere documenti con altri per la modifica o la revisione direttamente all’interno dell’app. Presto Illustrator sarà disponibile anche su iPad, così da accedere ai documenti cloud anche dal tablet, ovunque ci si trovi.

Recensioni collaborative per Adobe InDesign

Quando si tratta di raccogliere cicli di feedback e approvazioni su layout e progetti, avere a che fare con più strumenti e flussi di lavoro frammentati può ostacolare pesantemente produttività e creatività. Ecco perché InDesign introduce la nuova funzione Condividi per revisione, progettata per creare un processo di revisione collaborativa più rapido e senza soluzione di continuità.

La funzionalità Condividi per revisione permette di condividere i progetti con i revisori tramite un collegamento web: sarà così possibile rivedere e aggiungere commenti online senza dover scaricare file o software. Dato che i commenti dei revisori saranno visualizzati in InDesign, si potrà incorporare tutte le modifiche necessarie senza uscire dall’app.

Adobe XD: collaborazione in tempo reale, ovunque serva

La progettazione dell’UI/UX è un lavoro di squadra, che richiede una stretta collaborazione tra designer, sviluppatori, product manager, copywriter e altri stakeholder, per passare dall’idea alla produzione.

XD permette la collaborazione in tempo reale con Modifica in comproprietà, una funzionalità disponibile in versione beta. Sarà così possibile lavorare insieme sullo stesso documento cloud, creando un’unica fonte di verità per ogni progetto e mantenendo l’allineamento. Si potrà vedere quando gli altri stanno lavorando insieme sul documento e su quali elementi gli altri membri del team stanno eseguendo attività di progettazione. Tutte le modifiche apportate sono visibili agli altri in tempo reale e questo permetterà al singolo utente e all’intero team di lavorare più velocemente, rimanendo allineati. La funzionalità Modifica è, inoltre, utilizzabile in comproprietà sia nelle applicazioni Windows che macOS e online o offline, in base alle singole esigenze.

Con la release di giugno, Adobe è, inoltre, entusiasta di presentare i token di progettazione di XD, un nuovo modo disponibile a designer e sviluppatori per descrivere colori e stili di testo durante la codifica dei progetti. Ora è possibile aggiungere nomi personalizzati alle risorse in XD, ad esempio denominare un colore “Blu principale” o uno stile di carattere “Intestazione H1”. Quando si applica un nome personalizzato a una risorsa, i token vengono pubblicati nelle Specifiche di progettazione, in modo che gli sviluppatori possano usare gli stessi nomi personalizzati nel proprio codice. I token di progettazione aiutano i team a velocizzare il lavoro e assicurano che tutti abbiano un riferimento comune nel passaggio dalla progettazione al codice. I token di progettazione sono ora disponibili in tutti i piani XD, incluso il piano gratuito XD Starter.

Adobe Premiere Pro: accesso alle risorse audio in CC Libraries

Le Creative Cloud Libraries sono il modo migliore per salvare, archiviare e mantenere la coerenza nei file su cloud. Oggi, questo avanzato strumento si integra con il workflow di editing audio di Adobe Premiere Pro semplificando la condivisione di elementi ai team con più editor.

Gli utenti di Premiere Pro potranno usare, salvare, organizzare e condividere risorse audio direttamente dal pannello di Creative Cloud Libraries. In questo modo sarà più semplice monitorare le risorse audio tra i vari progetti e sarà possibile riutilizzare elementi audio chiave tramite drag-and-drop, indipendentemente dal computer su cui si sta lavorando.

Accesso diretto a Creative Cloud Libraries da Spark Post

Adobe Spark è da tempo uno strumento prezioso per i molti creativi che desiderano creare e condividere facilmente grafica, video e animazioni coinvolgenti e di grande impatto. Ora è possibile accedere alle Creative Cloud Libraries direttamente da Spark Post. Questo permetterà di risparmiare tempo in fase di creazione perché le risorse preferite saranno disponibili all’interno dell’editor web di Spark Post e si potrà usarle per progettare contenuti accattivanti.
Spark diventa così uno strumento collaborativo ancora più efficace: tutti i membri del team potranno infatti attingere alle risorse corrette e aggiornate in tutte le CC Libraries condivise e dunque creare contenuti coerenti.

Collaborare senza interruzioni con Adobe Fonts

Quando un utente collabora con altri utenti Creative Cloud può accelerare il suo workflow sfruttando Adobe Fonts. Sia in Adobe Photoshop sia in InDesign è stata aggiunta l’attivazione automatica di Adobe Fonts per offrire un’esperienza più fluida, come quella che si trova in Photoshop per iPad e Adobe XD. Ora quando l’utente riceve un progetto, avrà sempre a disposizione i font Adobe di cui ha bisogno perché in queste applicazioni vengono attivati automaticamente. Questo significa che non si dovrà più uscire dal documento né visualizzare un’invadente finestra di dialogo che segnala i font mancanti.

Integrazioni Creative Cloud aggiornate per Teams e Slack

Adobe Creative Cloud si integra con molti dei principali strumenti di collaborazione, come Teams e Slack, permettendo di incrementare ulteriormente la produttività e la connessione con i team. Grazie a queste integrazioni è possibile condividere rapidamente le risorse di Creative Cloud, visualizzare in anteprima i collegamenti ai progetti, aggiungere facilmente nuovi collaboratori e mantenere aggiornati i team sulle attività essenziali in corso all’interno dei progetti creativi.

Adobe ha migliorato notevolmente l’integrazione di Creative Cloud con questi strumenti essenziali, aggiungendo un ampio supporto per le app Creative Cloud come Adobe XD, Photoshop, Illustrator, InDesign e Acrobat e le funzionalità più comunemente utilizzate per facilitare l’allineamento interno al team. Ora si possono ricevere notifiche sulle attività eseguite sui file, come nuovi commenti, aggiornamenti dei collegamenti ai file creativi e altro ancora, direttamente nei canali del proprio team.

Adobe Creative Cloud oggi è più collaborativo che mai!