Azienda veneta nata nel 2017, A/R Distribuzione vanta numeri importanti. Merito di un approccio trasparente e che punta tutto sull’assistenza e il servizio

Andrea Rossi, CEO & Founder di A/R Distribuzione
Andrea Rossi, CEO & Founder di A/R Distribuzione

Una realtà giovane, dinamica e trasparente che punta tutto su un servizio e un approccio consulenziale ‘umano’ volto a guidare il cliente (sia questo un consumatore finale o un rivenditore) nell’intero processo d’acquisto e capace di fornire risposte puntuali sulla base delle singole esigenze.

A/R Distribuzione nasce in Veneto nel 2017 da un’idea di Andrea Rossi, CEO & Founder, facendo registrare una crescita progressiva e costante. Si tratta di una realtà distributiva che acquista la merce dai grandi distributori internazionali e poi li vende sull’intero territorio italiano, anche con uno shop online, a clienti finali, aziende e rivenditori.

La sede principale è a Volpago del Montello mentre il magazzino più importante si trova a Pordenone, anche se poi A/R Distribuzione è presente con altri 5 magazzini su tutto il territorio per garantire consegne veloci e puntuali entro 24 ore dall’acquisto. Non manca anche un Laboratorio interno per le riparazioni a cui si rivolgono i negozi di informatica.

A/R lavora su tutta Italia con oltre 200 punti vendita in gestione da nord a sud e anche qualche cliente all’estero.

Tra i prodotti distribuiti: hardware, come pc, tablet, smartphone, ma anche software, come i gestionali.

“Uno dei nostri punti di forza – sottolinea Andrea Rossi – è la capacità di non operare semplicemente come meri distributori ma di gestire direttamente i negozi per quanto riguarda l’allestimento, le preparazioni e le modifiche su ogni tipo di prodotto. Siamo quindi attivi anche come allestitori. Altro nostro punto di forza è quello di avere un gestionale integrato e per il resto il nostro approccio è all’insegna del servizio e della trasparenza”.

Rossi, 27 anni, ha già capito che non è premiante sviluppare un approccio basato sulla guerra dei prezzi ma che piuttosto occorre lavorare per costruire un rapporto forte, basato sulla fiducia col cliente.

“Mi piace che quando i clienti si rivolgono a noi lo fanno chiamandoci per nome perché questo significa che c’è un rapporto diretto e basato sulla fiducia. Il cliente deve avere ben chiaro che quello che facciamo lo facciamo nel suo interesse e quindi è importante lavorare per diventare dei veri e propri punti di riferimento. Il nostro obiettivo è quello di offrire valore aggiunto con un approccio consulenziale e offrendo un’assistenza a 365 gradi, tanto è vero che anche in tempi di pandemia da coronavirus abbiamo lavorato offrendo consulti e assistenza online, via webcam”.

“La nostra è una realtà molto giovane – conclude Rossi – e un messaggio che mi piacerebbe far passare, al di là di tutto, è che bisogna credere nelle idee senza dimenticarsi mai qual è il potere delle persone”.