BMW e Milan: nuovo sponsor che mette l’accento sul binomio motori-calcio

Grazie alla nuova partnership realizzatatra BMW e l’Associazione Calcio Milan, il mondo del calcio professionistico si avvale di un ulteriore brand di prestigio in tema di main sponsor. Come molti già sapranno esiste un legame evidente tra la nostra Serie A e il mondo delle automobili. Con il nuovo accordo tra Milan e l’azienda tedesca produttrice di autoveicoli e motoveicoli con sede a Monaco di Baviera, viene infatti compiuto un nuovo step in avanti in tema di sponsor di aziende specializzate in importanti brand a tema motori. Il connubio non è affatto casuale, dato che auto e calcio sono senza dubbio le due principali passioni per gli italiani. Del resto nel corso degli ultimi anni è stato consolidato questo tipo di partnership, specialmente da quando la Juventus di Andrea Agnelli ha siglato un accordo con Jeep.

Sport e sponsorizzazioni

Un accordo che vale l’adeguamento a 42 milioni di euro, per Juventus e Jeep, cioè FCA Italy Spa che fino al prossimo 30 giugno 2024 avrà il compito di essere il main sponsor della formazione bianconera, che ormai è diventata un’azienda non solo vincente, ma anche lanciatissima in borsa, da quando è stata quotata, quasi vent’anni fa. Oggi la notizia del Milan che torna dopo quattro anni a legarsi a una casa specializzata nel settore automobilistico, pone l’accento su questo importante sodalizio e sul connubio tra calcio professionistico e motori. Il concetto su cui questo tipo di accordi si basa è quello di porre l’accento sull’eccellenza, lo stile e l’innovazione, di cui un club di prestigio come il Milan farsi promotore.

Auto e sponsorizzazioni

La Serie A stringe quindi un legame già consolidato nel tempo con il mondo dei motori, visto che assieme a Milan (ora con BMW) e Juventus, troviamo anche la Roma del presidente Dan Friedkin, che oggi si avvale di un back sponsor come Hyundai, proprio come il Torino di Urbano Cairo ha scelto da qualche stagione Suzuki. Un circuito vincente e un giro d’affari importante, come quello che deriva dai bookmaker che oggi si basano in maniera più evidente con il contesto di come funzionano le scommesse e degli eventi sportivi presenti in calendario. Per quanto riguarda gli sponsor di calcio a tema motori, il discorso diventa ancora più centrale per l’Udinese di Giampaolo Pozzo, che ha siglato un accordo esclusivo con l’azienda rumena Dacia, che appartiene al Gruppo Renault ed è stata fondata nel 1966. Uno sponsor duplice, visto che oltre alla squadra bianconera è sponsor anche dello Stadio Friuli. Il Diamante di Udine dal 2016 ha infatti assunto il nome commerciale di Dacia Arena, nome che però rimane quello originale quando vengono organizzati eventi che non riguardano l’Udinese.

Un accordo che in pratica sta diventando sempre più prestigioso per le società che militano in Serie A, dove è naturale ricordare come Pirelli sia storicamente legato all’Inter, così come sempre per restare nel mondo delle società calcistiche di massima divisione possiamo trovare Trivellato e Vetrocar, sponsor del Verona. Sempre per rimarcare come auto e calcio stiano in questi anni stringendo un patto di ferro, da binomio vincente e consolidato. Del resto il mondo dello sport di alto livello deve sostenere spese importante, motivo per cui spesso ci si affida a brand affidabili e collaudati come appunto Jeep, BMW e altri nomi legati alle aziende specializzate in autoveicoli.