Con l’obiettivo di promuovere l’uso di un linguaggio più inclusivo anche all’interno delle sue applicazioni per l’editing video, Adobe ha annunciato nuovi cambiamenti nella terminologia e nelle referenze in Premiere Pro, After Effects e Audition.

L’annuncio, reso noto in occasione del Sundance Film Festival in programma fino al prossimo 3 febbraio, evidenzia altresì che la prima di queste modifiche è stata implementata nella versione di ottobre 2020 di After Effects ed è ora inclusa nelle app Beta pubbliche di Premiere Pro e Audition.

Tutti i dettagli sono disponibili sul BLOG di Adobe.

Inoltre, Adobe ha rilasciato una serie di nuove funzionalità e miglioramenti per Premiere Pro After Effects, i principali strumenti per l’editing video.