ASSO.IT: le buone pratiche per l’efficienza dei sistemi di stampa ve le diamo noi

1095

In occasione di Ict Trade 2015 l’Associazione parla di un mercato stabile ma in grande fermento e presenta una ricerca destinata a semplificare la vita di chi ha a che fare con l’acquisto e la gestione di sistemi di stampa

Stabilità e fermento non vanno spesso di pari passo, ma è quello che sta accadendo per il mercato della stampa.
A livello europeo si contano 150 milioni di sistemi di stampa installati, 30 milioni di nuovi sistemi e 400 milioni di consumabili venduti l’anno. Solo la parte business genera in EMEA circa 36.000 milioni di euro di fatturato l’anno, di cui 3.000 in Italia, che con la sua quota vale da sola un buon 6-7% del mercato.
Un dato importante è che i servizi e i servizi di stampa gestita (MPS) nel nostro Paese continuano a crescere con un tasso del 6% l’anno, offrendo nuovi spazi e nuove opportunità.
Ma dietro questa apparente stabilità, come accennavamo sopra, si nasconde in realtà un mercato in piena ebollizione e in preda alla turbolenza perché questo è il momento, anche per la stampa, del cambiamento. Ad affermarlo è Massimo Pizzocri, presidente di ASSO.IT, l’Associazione dei sistemi di stampa e gestione documentale che riunisce al suo interno la quasi totalità dei produttori di stampanti che operano nel nostro Paese.

“Sotto la stabilità a livello di fatturato – spiega Pizzocri – si nasconde in realtà un grande fermento. A cambiare è la funzione del documento, così come la sua modalità di produzione ed i modelli di business e di vendita. Mutamenti anche nel perimetro del mercato, che sempre di più va verso la direzione della gestione del documento, e nelle competenze richieste, sotto la spinta di fenomeni di non trascurabile portata come il Cloud, la Security, la Mobility, il Document Management e l’Outsourcing”.

All’interno di questo scenario il ruolo di ASSO.IT è quello di semplificare e creare ordine per chi si trova costretto a districarsi tra una scelta di più di 500 prodotti e 70 normative.

Per questo motivo l’Associazione ha condensato 8 mesi di lavoro da parte di 38 esperti di 13 aziende del settore in una ricerca consultabile in poche ore e dal titolo “Gli standard di riferimento e le buone pratiche d’uso per l’efficienza dei sistemi di stampa nelle imprese e nella pubblica amministrazione”, che si propone di offrire ad imprese e PA, ma anche a tutti gli operatori del canale, un valido strumento di consultazione che aiuti a definire i criteri da adottare nei processi di selezione, di acquisto ed utilizzo del sistema di stampa da ufficio.

Attraverso la ricerca, ASSO.IT definisce le linee guida fondamentali per conseguire una gestione virtuosa dei processi di approvvigionamento dei sistemi di stampa da ufficio e illustra le buone pratiche da adottare: dall’installazione del dispositivo di stampa al suo utilizzo e manutenzione, fino al trattamento del fine vita. Fattori quali la corretta valutazione delle esigenze collegate all’infrastruttura di stampa in fase di acquisto, i principi del rispetto degli standard e delle normative vigenti in fase di produzione e fine vita, l’adozione di buone pratiche d’uso durante l’utilizzo e il principio della conservazione dell’equilibrio del sistema di stampa sono indicati come prioritari.
Con l’obiettivo di fare chiarezza, la ricerca contribuisce inoltre a definire standard comuni su: classificazione dei dispositivi di stampa, definizione delle specifiche dei livelli di servizio, vocabolario comune da adottare, analisi e definizione degli standard ambientali e delle normative di riferimento.

Il testo completo della ricerca è consultabile online sul sito dell’Associazione.