Funzionalità di ricerca avanza per Adobe Stock

546

Per supportare i creativi nelle difficoltà visive e progettuali, Adobe Stock ha introdotto nuovi contenuti editoriali e capacità di ricerca di evolute






A due anni dal lancio di Adobe Stock, Adobe ha annunciato una nuova Collezione Editoriale e nuove capacità di ricerca di prossima generazione utili a soddisfare le esigenze di consumatori in cerca di contenuti visivi sempre più autentici e storie interessanti.

Con l’obiettivo di offrirgli una valida risposta, Adobe ha introdotto la funzionalità Aesthetic Filters basata su Adobe Sensei, il sistema d’intelligenza artificiale e machine learning che consente di perfezionare le proprie ricerche in Adobe Stock, risparmiando tempo e migliorando il risultato creativo finale.

La società ha, inoltre, annunciato la disponibilità di nuove collezioni realizzate in collaborazione con Reuters, USA TODAY Sports e Stocksy. Con quasi 90 milioni di asset, lo strumento di Adobe costituisce al momento il mercato più completo per le risorse creative digitali al cuore di Adobe Creative Cloud.

Come riferito da Claude Alexandre, vicepresidente di Adobe Stock: «Nei due anni trascorsi dal lancio di Adobe Stock, abbiamo ampliato notevolmente le nostre collezioni di immagini e il bacino di collaboratori, approfondito i workflow creativi, esteso le tipologie di asset e reso ancora più facile per i creativi vendere le loro opere. L’ultima innovazione è l’introduzione di una nuova tecnologia per la ricerca avanzata, destinata ad aiutare i creativi a risolvere le principali difficoltà visive e progettuali».

L’immagine perfetta con Adobe Sensei

La nuova funzione Aesthetic Filters sfrutta Adobe Sensei per affinare velocemente i risultati di una ricerca, applicando filtri come Depth o Field e Vivid Color, risparmiando molto tempo e migliorando l’efficienza dei workflow. Aesthetic Filters segue il debutto di Adobe Stock Visual Search dello scorso novembre, che permette all’utente di effettuare le ricerche in base a un’immagine già selezionata, anziché con il semplice inserimento di un testo. Quando un’immagine viene caricata, Stock fa leva sul machine learning per restituire immagini dal visual e dalla semantica simili, ulteriormente affinabili tramite parole chiave.

Nuovi contenuti editoriali e premium

All’inizio di quest’anno, Adobe ha presentato le raccolte 500px e Pond5, ampliando ulteriormente l’offerta di contenuti video e a premium.

Nello specifico:

  • La raccolta editoriale di 12 milioni d’immagini di Reuters è ora disponibile e offre notizie, contenuti di sport e intrattenimento provenienti da tutto il mondo. Presto includerà anche 26.000 ore di video e 1 milione di clip.
  • La collezione USA TODAY Sports, presto disponibile, coprirà annualmente più di 10.000 eventi sportivi, tra cui le partite di NFL, NBA, MLB e NHL, producendo 500.000 immagini all’anno.
  • La collezione di Stocksy estenderà ulteriormente Adobe Stock Premium con una serie esclusiva di foto d’archivio esenti da royalty e particolarmente autentiche e d’impatto, destinate a designer e narratori visivi. Adobe è il primo e unico partner distributivo dell’esclusiva raccolta di Stocksy.

Arriva Adobe Stock Add-In for PowerPoint

Adobe Stock è già direttamente integrato nelle app Creative Cloud e oggi amplia questa integrazione a Microsoft Office PowerPoint con la nuova Adobe Stock Add-In for PowerPoint, utile per creare presentazioni visivamente ineccepibili. Scaricando l’add-in gratuito, l’utente potrà cercare, vedere in anteprima e ottenere la licenza sulle immagini di Adobe Stock senza uscire da PowerPoint. È anche l’unico servizio di archivio che supporta la ricerca visiva delle immagini, consentendo all’utente di PowerPoint di effettuarla con facilità mediante immagini, anziché parole.