Panasonic firma il primo accordo di distribuzione pan-EMEA con Nuvias per telefoni IP

1100

Nuvias espande ulteriormente il portfolio di soluzioni dalla Practice Unified Communication recentemente annunciata

Nuvias è il primo distributore pan-EMEA per la gamma di telefoni IP aziendali della gamma Panasonic Business.

Inizialmente, le attività si concentreranno su mercati già consolidati per Nuvias, tra cui il Regno Unito, il Benelux, la Germania e la Francia, insieme alle regioni del Sud e Nord Europa. Nuvias agirà come distributore ad alto valore per l’intera gamma di telefoni IP Panasonic, includendo anche i telefoni desktop e soluzioni DECT (Digital Enhanced Cordless Telecommunication) in single-cell e multi-cell, per l’utilizzo in ambienti UC cloud-based, incluso BroadSoft.

“Come provider di soluzioni end-to-end in ambito Unified Communication, sostenuto da competenze tecniche ed ampia esperienza per supportare service provider e reseller, Nuvias aggiunge una nuova dimensione alla nostra strategia distributiva nell’intera EMEA – ha affermato Raphael Studer, European Partner Account Manager per i prodotti SIP di Panasonic System Communication Europe -. La nuova Practice Unified Communication di Nuvias sarà in grado di replicare il proprio modello commerciale di grande successo già sperimentato, per incrementare le opportunità con i partner di canale, sia nuovi che esistenti”.

Steve Harris, EVP Unified Communication di Nuvias (precedentemente Managing Director di SIPHON Networks), ha commentato: “Panasonic è un ottimo brand da aggiungere al nostro crescente portfolio di prodotti di alta qualità e rafforza ulteriormente la nostra offerta di soluzioni UC in tutta EMEA, in particolar modo le soluzioni in forte espansione di BroadSoft. Vista la nostra continua focalizzazione sul miglioramento della Customer Experience, questo accordo di distribuzione consente ai nostri partner di canale di scegliere tra un’ampia gamma di soluzioni UC end-point, con funzionalità user-friendly. Panasonic offre tutto ciò che ci si aspetterebbe da un consolidato provider di soluzioni di global communication e non vediamo l’ora di iniziare a collaborare insieme”.