TEDx Pescara: lo streaming viaggia su Cambium Networks

La realizzazione dell’infrastruttura per l’evento è stata affidata al vendor

Il format di eventi particolari come le conferenze TEDx richiede spesso che più location siano collegate in tempo reale, trasmettendo in streaming gli interventi degli oratori.

Anche il TEDx di Pescara, che si è tenuto il 20 aprile scorso, aveva questa esigenza: l'evento era suddiviso in due sedi distinte, un palazzo storico, il Castello Chiola, con un pubblico di circa 200 persone suddiviso in tre grandi sale, ed un altro edificio, nella fattispecie un teatro, con altre 500 persone. In sostanza si trattava perciò di garantire copertura per densità di utilizzo medio-bassa nelle sale nella prima sede e connettività ad elevata densità per il teatro.

La situazione di partenza non era certo fra le più semplici: il palazzo storico disponeva di connettività ADSL di livello non adeguato e di una copertura Wi-Fi insufficiente, disponendo soltanto di 4 o 5 access point per coprire più piani dell'edificio; la seconda location era invece completamente sprovvista di connettività.Streaming

Per risolvere rapidamente tutte queste problematiche è stata coinvolta la Micso di Pescara, che attraverso il suo servizio WADSL fornisce connettività wireless in 8 regioni italiane.

L'analisi delle location, la progettazione e l'installazione dell'infrastruttura necessaria sono state realizzate in meno di una settimana.

Si è stimato che fosse indispensabile garantire una banda minima di 10 Mbps per lo streaming in entrambe le location, dovendo da un lato garantire l'upload a YouTube e dall'altro il download. Inoltre si è tenuto conto delle esigenze per i giornalisti e per il social sharing in real time e si è perciò lavorato su una connettività maggiore di 50 Mbps.

L'infrastruttura, composta da prodotti Cambium Networks, era costituita da ePMP 1000 e subscriber module (SM) Force 200. Per la copertura sono stati utilizzati gli E600 per il teatro ed E410/400 per il Castello Chiola. Per l'uplink di streaming, aspetto particolarmente delicato dell'installazione, è stato utilizzato un ePMP 2000 con antenna "beamforming" per assicurare la massima stabilità della connessione e neutralizzare qualsiasi interferenza.

La gestione e il controllo di tutta la rete è stata realizzata grazie alla piattaforma software cnMaestro di Cambium Networks e tutto ha funzionato senza alcun inconveniente.

Più di 600 persone complessivamente si sono connesse durante la giornata dell'evento nelle due sedi.

L'installazione è stata poi smontata dopo l'evento, ma vista la performance la direzione del Castello Chiola ha espresso la volontà di riprogettare completamente la copertura Wi-Fi dell'edificio.