Ingram Micro punta sul Cloud Marketplace e firma un nuovo accordo con Symantec

Il distributore promuove insieme ai partner un nuovo modello as a Service ampliando il portafoglio dei vendor per cogliere al meglio tutte le opportunità legate alla trasformazione digitale

Una Ferrari che deve scaricare il suo potenziale a terra. Così Paolo Filpa, fresco di nomina a  Head of Cloud di Ingram Micro per l’Italia, definisce il distributore di fronte alla platea di giornalisti intervenuti per assistere alla presentazione dell’accordo con Symantec e delle ultime strategie della società, che strizza un occhio sempre più insistente al cloud.

Il Cloud Marketplace si rinnova

Con la digital transformation infatti si evolvono le modalità di fare business e bisogna stare al passo coi tempi. Per questo Ingram Micro propone al suo ecosistema di partner un portale pensato per erogare servizi as a Service.

Ingram negli ultimi anni ha lavorato molto in questa direzione con copiosi investimenti volti all’acquisizione di società (nel 2014 SofCloud IT, nel 2015 Odin, nel 2016 Mamasu e nel 2018 CloudBlue) grazie alle quali ora è in grado di abilitare i partner l’utilizzo della Ingram Micro Cloud Platform, usata a livello worldwide da circa 47.0000 rivenditori (600 in Italia) e che conta registrati circa 150 vendor, 7 al momento nel nostro Paese.

Una piattaforma integrabile negli ERP dei vendor semplice, flessibile, solida e attiva 24 ore su 24. “Il nostro obiettivo è quello di aumentare progressivamente un numero più alto e sempre nuovo di vendor” esordisce Filpa.

Un nuovo modello: le quattro P

Un chiaro segnale del fatto che Ingram sta virando verso un modello di distribuzione diverso rispetto a quello tradizionale, un modello che, spiega Filpa, si riassume nello slogan “aiutare i Partner ad avere successo nell’economia as a Service” e che si basa su quattro pilastri: le persone, i prodotti, i programmi e appunto le piattaforme.

“Elemento distintivo – attacca Filpa – è sicuramente la motivazione e la qualità delle nostre persone: un Azure Cloud Solution Architect, due Azure & Modern Workplace Sales Specialist, tre Sales Specialist per tutte le soluzioni SaaS a cui si aggiungono due Product Manager, un Buyer e un Head of Cloud, tutti a disposizione dei rivenditori per sviluppare il loro business”.

In relazione ai programmi “abbiamo attualmente due programmi studiati su misura per i partner: la Cloud Awesomeness Roadmap e Azure Accelerate Program che, attraverso un’esperienza immersiva, offrono eventi itineranti e webinar formativi e dimostrativi per aiutare i partner a “costruire valore nel cloud” e a conoscere i prodotti e le soluzioni che offriamo nel nostro Cloud Marketplace”. A proposito delle piattaforme, il Cloud Marketplace è stato rinnovato per offrire una user experience semplice e innovativa, agevolando i partner nel loro business quotidiano. Con l’obiettivo di ridurre il numero di click e aumentare la proattività nel fare Upsell e Cross Sell, il Cloud Marketplace è una piattaforma multivendor, multidevice e disponibile, come detto, 24 ore su 24: “è la piattaforma più solida al mondo e questo è confermato dagli oltre 47.000 reseller che la utilizzano e dalle oltre 3,5 milioni di seats gestite”.

Tra gli elementi di unicità della piattaforma Filpa sottolinea: la disponibilità di funzioni in grado di rendicontare i consumi Azure e/o delle sottoscrizioni SaaS aggregandoli per diverse categorie inclusi tag, l’offerta ai partner della possibilità di personalizzare la piattaforma e concederla in uso ai propri clienti realizzando modelli multilayer di collaborazione innovativi fra operatori di canale, la possibilità di supporto disponibile via chat; il provisioning immediato e la creazione dei report ad hoc.

L’accordo con Symantec

Parlando invece di prodotti, l’ecosistema di Ingram Micro comprende 150 vendor che lavorano sulla piattaforma in tutto il mondo. L’Italia è un Paese emergente e l’obiettivo del distributore è quello di incrementare il numero dei vendor in maniera progressiva.

La ricerca continua di vendor innovativi e che possono portare un valore aggiunto per il canale e l’utente finale è confermata dalla partnership annunciata con Symantec.

Il mercato della cybersicurezza, infatti, è in esplosione a conseguenza della sempre maggiore adozione della “nuvola”. Il cloud impone un ripensamento dell’approccio alla sicurezza dato dal fatto che i dati si trovano ovunque e possono essere accessibili da qualsiasi dispositivo, rendendo i confini aziendali non più definiti.

Il potenziale è quindi altissimo e la firma dell’accordo tra le due società testimonia il fatto che Ingram crede molto in questa opportunità.

“La strategia di Symantec – spiega Michele Papa, Channel & Distributor Sales Leader Symantec – punta dritta verso il cloud e in quest’ottica abbiamo bisogno di Ingram Micro per un modello di distribuzione diverso da quello tradizionale”.

“Siamo oggi l’unico distributore che in grado di veicolare le soluzioni Symantec CSP (Cloud Solution Provider) nella nostra nuova piattaforma – puntualizza Filpa – e questo è motivo per noi di forte orgoglio”.

Symantec propone soluzioni di cyber security adatte al Modern Workplace in grado di bloccare ransomware, zero-day e altre sofisticate minacce in circolazione. Symantec sfrutta tecnologie multilivello come l’apprendimento automatico, l’emulazione e l’analisi del comportamento per proteggere gli utenti da frodi ed attacchi. I Cloud Solution Reseller possono quindi avvalersi di questa piattaforma di cyber security controllando le politiche di accesso alla rete e bloccando i device anche in caso di furto o smarrimento per una migliore sicurezza.

“Symantec – prosegue Papa – coniuga l’approccio best of breed (è Leader in cinque quadranti di Gartner) con un approccio che integra le varie discipline in una soluzione integrata. Il focus, poi, ovviamente, è sul cloud, motivo per cui servono nuove logiche di distruzione CSP, che ci ha spinto a scegliere Ingram Micro”.

“I provider hanno quindi una grande opportunità che è quella di configurare la sicurezza come Security as a Service, offrendo ai clienti la possibilità di avere il top di gamma della sicurezza” conclude Filpa.