UCC: 3CX lancia la V16 della sua piattaforma

La versione 16 della piattaforma per le UCC di 3CX aiuta le aziende a reagire alle richieste della propria clientela in modo più rapido ed efficiente

E’ disponibile in Italia la versione 16 (V16) della piattaforma per le comunicazioni di 3CX che integra nuove funzionalità che consentono di essere ad esempio contattati direttamente tramite sito web via chat o voce a zero costi.

Comunicazione con i clienti all’avanguardia: 3CX Live Chat & Talk

Chi si interessa a un prodotto o a un’azienda desidera avvalersi di più modi per raggiungere il giusto interlocutore in tutta semplicità. Con il nuovo plug-in 3CX Live Chat & Talk chiunque approdi sul sito aziendale può avviare con un click una chat o una telefonata con il primo operatore disponibile. La chiamata è gratuita e viene gestita con maggior efficienza.

L’unicità del nuovo strumento reso disponibile da 3CX risiede nel fatto che le aziende possono integrare una live chat nel proprio sito che interagisce col centralino telefonico, consentendo all’utente di trasformare una chat in una telefonata web.

In questo modo le aziende sfruttano qualsiasi occasione di business, risparmiano risorse in termini di personale, non più obbligato a impiegare sistemi diversi per la comunicazione diretta con la clientela, abbattono i costi di gestione ed eventuali canoni mensili. 3CX Live Chat & Talk viene fornito come plug-in per WordPress per un’installazione plug & play o può essere aggiunto a qualunque tipologia di sito web integrando semplici script. Questo strumento ha tutte le carte in regola per rivoluzionare il mercato della telefonia.

Funzionalità per call center portate a nuovi livelli

Le esigenze dei moderni call center trovano massima corresponsione nella redesign integrale del modulo per call center della soluzione 3CX, che ora consente di inoltrare le chiamate al giusto operatore in base alle sue competenze. Ma non solo. Gli operatori hanno accesso ai dettagli sul chiamante oltre all’elenco dei contatti avuti in precedenza attraverso l’integrazione dei più popolari sistemi CRM e banche dati, e possono monitorare la qualità delle chiamate in ingresso oltre che la conformità ad eventuali SLA tramite una bacheca pop-out web-based.

Anche la gestione della registrazione delle chiamate è stata perfezionata ed è ora dotata di una ricerca avanzata, di una trascrizione della chiamata e della possibilità di archiviare i file audio su Google Drive o su NAS. Le aziende possono altresì verificare le performance dei singoli agenti tramite log di chiamata più intuitivi.

Team Communications 2.0: chat aziendale, softphone web e integrazione Office 365

3CX

Anche la comunicazione tra i dipendenti è stata potenziata nella v16. Il softphone WebRTC web-based consente di rispondere ad una telefonata tramite browser o di controllare facilmente le telefonate tramite un telefono IP o smartphone. Da subito le aziende beneficiano di una integrazione trasparente con Office 365. I contatti e lo stato di presenza vengono sincronizzati in tempo reale – ora l’integrazione a livello server qualsiasi tipologia di abbonamento a Office 365. La chat aziendale è stata perfezionata e supporta lo scambio di file e immagini, oltre all’uso di emojis. Infine è possibile avviare una chiamata direttamente dall’interfaccia del sistema CRM.

Videoconferenza basata su standard aperti e integrata nativamente: 3CX WebMeeting

Già da tempo con 3CX non è più necessario dotarsi di soluzioni separate per condurre videoconferenze. La funzionalità di web conferencing basata su WebRTC e integrata nativamente nella soluzione 3CX è stata ulteriormente potenziata: l’esperienza utente è più fluida grazie all’ottimizzazione dell’impiego della banda. Una nuova rete globale di server per le conferenze video ospitati su Amazon e Google garantisce la massima affidabilità. Lo schermo si può condividere tramite browser senza dover installare alcuna estensione e la soluzione supporta egregiamente sistemi per conferenze e webcam Logitech note per il pricing competitivo. Infine è possibile partecipare alla conferenza web anche tramite telefono tradizionale.

Benvenuti in paradiso: più sicurezza, meno amministrazione

Con la v16 3CX semplifica ulteriormente la vita degli amministratori di sistema e dei propri rivenditori grazie alle seguenti funzioni:
• Gestione multi-istanza – Amministrazione e monitoraggio di più centralini 3CX tramite un singolo portale
• Sincronizzazione automatica degli utenti dotati di Office 365 – gestione semplificata degli interni
• Maggiore sicurezza:
• Blacklist globale di indirizzi IP aggiornata costantemente in base agli ultimi report sugli attacchi informatici
• Aggiornamenti alle più recenti componenti e sistemi operativi
• Lista biancha di indirizzi IP tramite cui accedere alla console per la gestione della soluzione 3CX.
• 3CX è ora disponibile per Raspberry Pi ed utilizzabile per fino a 8 chiamate simultanee (SC)
• Drastica riduzione dell’impiego di memoria e processore in linea con le attuali esigenze delle più moderne infrastrutture cloud.
• Report sulla qualità delle chiamate tramite statistiche RTCP.
• Funzione di “duplicazione interno” e ulteriori perfezionamenti lato gestione.

3CX: gratuito per fino a otto chiamate simultanee e riduzione del prezzo dell 40%

Oltre a imporre nuovi standard per la comunicazione aziendale, 3CX ha anche rivisitato il pricing per le proprie soluzioni riducendolo di fino al 40% per l’edizione standard e di fino al 20% per le edizioni PRO (dotata di code e registrazione delle chiamate, reporting, interfacce con altri sistemi e integrazione di Office 365) e Enterprise.

Potersi avvalere di più tagli della soluzione (ovvero per 24, 48, 96 e 192 chiamate simultanee) consente alle aziende di acquistare all’inizio una soluzione di taglio minore con la possibilità di passare ad una la licenza superiore in tempo reale in qualsiasi momento e senza alcuna penalità. Infine la soluzione gratuita, ovvero l’edizione standard per fino a 8 chiamate simultanee, resta tale per sempre.

Come avvalersi della v16 di 3CX

Via cloud: usando PBX Express è persino possibile ospitare la soluzione direttamente sul proprio account Google
Presso l’azienda: Windows, Linux, Raspberry Pi