Check Point presenta i nuovi gateway della serie 16000 e 26000

I dispositivi offrono prevenzione delle minacce pari a 1 Tera/bps (bit al secondo)

 

Check Point Software Technologies, fornitore di soluzioni di cybersecurity a livello globale, ha annunciato una nuova suite di prodotti per la sicurezza di rete per grandi imprese e data center che fornisce una prevenzione delle minacce generazione (Gen V) pari a 1 Tera/bps (bit al secondo), senza compromettere le prestazioni della rete, i tempi di funzionamento o la scalabilità.

Dotati dell’architettura Check Point Infinity, i gateway 16000 e 26000 integrano Check Point ThreatCloud e la pluripremiata soluzione SandBlast Zero-Day Protection. Questi gateway modulari sono disponibili in modelli base, plus e turbo che forniscono fino a 24 Gbps di throughput di prevenzione contro le minacce Gen V, supportano standard di connettività fino a 100 Gbe e dispongono di opzioni di espansione fino a 64 interfacce di rete.

R80.30 per l’estrazione delle minacce del web e l’analisi TLS/SSL in attesa di brevetto

Poche settimane fa, durante la CPX di New York, Gil Shwed ha annunciato la nuova versione del software R80.30 di Check Point con la prima estrazione delle minacce per il web e le funzionalità di controllo TLS/SSL in attesa di brevetto.

R80.30 inaugura una nuova era di sicurezza con la prima estrazione delle minacce per il web, offrendo una prevenzione pratica contro le minacce avanzate. Con R80.30, gli amministratori di rete non dovranno più scendere a compromessi sulla sicurezza per la produttività. R80.30 protegge gli utenti dai download dai siti web dannosi, in tempo reale. L’estrazione delle minacce rimuove i contenuti sfruttabili, ricostruisce i file per eliminare potenziali minacce e fornisce prontamente all’utente il contenuto ripulito. Inoltre, una dashboard di prevenzione delle minacce fornisce piena visibilità su reti, dispositivi mobili ed endpoint.

La recente release di R80.30 include nuove tecnologie TLS (Transport Layer Security), in attesa di brevetto, che forniscono un’analisi SSL all’avanguardia. Questa tecnologia consente alle aziende di esaminare rapidamente il traffico di rete criptato SSL, eludere le tecniche di attacco cibernetico come la manipolazione Server Name Indication (SNI) e trovare il giusto equilibrio tra sicurezza e privacy. Dato che il 90% del traffico web è criptato, l’innovazione dell’analisi SSL di Check Point ha un impatto sulle imprese di tutto il mondo.

Con oltre 160 integrazioni tecnologiche, R80 è il software di prevenzione delle minacce e gestione della sicurezza più avanzato del settore per data center, cloud, mobile ed endpoint. Con oltre 100 nuove funzionalità, le innovazioni di R80.30 consentono ai nuovi gateway 16000 e 26000 di raggiungere prestazioni eccezionali della prevenzione delle minacce, ottimizzando al contempo il processo di gestione attraverso un’unica console.

Il pezzo finale del puzzle “Terabit per secondo”: Maestro Hyperscale Orchestrator

Check Point Maestro Hyperscale Orchestrator, è la prima soluzione di sicurezza di rete hyperscale del settore, e consente a un unico gateway Check Point di espandere la capacità e le prestazioni di 52 gateway in pochi minuti. Questa scalabilità quasi illimitata consente una resilienza e affidabilità a livello di cloud insieme al throughput del firewall Terabit/secondo, consentendo alle organizzazioni di supportare velocità di trasmissione dati 5G ad alta velocità di rete e latenza ultrabassa, garantendo anche la sicurezza dei carichi di lavoro più impegnativi per il network computing.

Questa combinazione tra il software R80.30, i gateway 16000 e 26000 e Maestro Orchestrator consente ai clienti di Check Point di ottenere una sicurezza di rete su scala ipertestuale con prestazioni di prevenzione delle minacce a livello di terabit.