Stampa 3D: un laboratorio per la Polizia di Stato Scientifica

Di supporto tecnico alle indagini della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, è stato realizzato con l’aiuto di RS Components

Il distributore multicanale globale di prodotti di elettronica, automazione e manutenzione RS Components ha supportato il personale del Servizio Polizia Scientifica nella fase di realizzazione di un innovativo laboratorio per la stampa 3D.

Ideato dal personale tecnico del Servizio Polizia Scientifica, il nuovo laboratorio si inserisce nella strategia di supporto tecnico alle indagini della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato e ha beneficiato dell’expertise tecnologica maturata in 25 anni di attività da RS Components.

Quest’ultima, infatti, ha ollaborato con la Polizia Scientifica in tutte le attività di supporto necessarie per portare a termine il progetto: dalla ristrutturazione dei locali alla fornitura di tecnologie di ultima generazione tra cui stampanti 3D, filamenti termoplastici, materiali fluido densi, banchi per elettronica personalizzati sulla base delle specifiche esigenze degli operatori.

In particolare tra le tecnologie di punta messe a disposizione da RS Components si evidenzia DESIGNSPARK MECHANICAL, un potente software CAD di modellazione 3D che, grazie alla tecnologia “direct modelling”, consente la rapida realizzazione di disegni 3D.

Il sito di stampa 3D, che presto sarà ampliato con ulteriori tecnologie per intercettare le mutevoli esigenze di un settore in costante evoluzione come quello forense, rappresenta un vero e proprio hub di innovazione tecnologica, un unicum nel panorama italiano capace di richiamare l’interesse anche di altre forze dell’ordine.

RS Components con la Polizia Scientifica si è occupata anche dell’identificazione e coordinamento dei migliori fornitori di tecnologie per la realizzazione del progetto. In particolare per la fornitura delle stampanti si è affidata a WASP, azienda italiana specialista nel settore della stampa 3D di piccole, medie e grandi dimensioni. Per soddisfare le esigenze e i bisogni estremamente specifici della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, sono state fornite stampanti sia per polimeri plastici (FDM), sia per materiali fluidodensi (LDM).

La ristrutturazione del locale adibito a laboratorio e l’ottimizzazione degli spazi è stata resa possibile grazie al supporto del fornitore NUOVA CONSUL, azienda attiva nell’ambito della costruzione di attrezzature per l’industria elettronica, che si è occupata anche della realizzazione dei banchi e del sistema di aspirazione, oltre che del loro posizionamento.

Inoltre, per l’acquisizione in 3D di oggetti reali e la loro riproduzione mediante stampante 3D, è stato scelto il kit SCAN IN A BOX, progetto di punta di Open Technologies, ora parte del gruppo FARO Technologies, che ha messo a disposizione una soluzione 3D completa costituita non solo dallo scanner 3D ma anche pc customizzato con software IDEA integrato.

Fondamentale è stato, infine, l’apporto di FILOALFA, business unit di Ciceri de Mondel, azienda leader nel settore della produzione di filamenti termoplastici per la stampa 3D di alta qualità, che ha fornito i materiali di stampa 3D più idoneei in base alle diverse esigenze del laboratorio.

Come riferito in una nota ufficiale da Diego Comella, Country Manager Italy di RS Components: «Siamo orgogliosi di aver messo le nostre tecnologie e la nostra consulenza al servizio di un progetto così avanguardistico. Per farlo non abbiamo fatto altro che raccogliere il progetto della Polizia di Stato e trasformarlo in opportunità, personalizzando l’integrazione di tutte le tecnologie coinvolte per renderle conformi all’esigenza del cliente».

RS Components si occuperà anche dell’assistenza continuativa alla Direzione Centrale Anticrimine per la gestione del laboratorio e della ricerca di nuove tecnologie e materiali in un settore in continua e veloce evoluzione.