Kingston: stabilità e bassa latenza per data center in evoluzione

Il nuovo SSD data center U.2 PCIe NVMe DC1000M è progettato per supportare un’ampia gamma di carichi di lavoro ad alta intensità di dati

Kingston Digital Europe, società affiliata di memorie Flash di Kingston Technology, ha presentato DC1000M, un nuovo SSD data center U.2 PCIe NVMe.

DC1000M è progettato per supportare un’ampia gamma di carichi di lavoro ad alta intensità di dati, tra cui il cloud computing, il web hosting, l’elaborazione ad alte prestazioni (HPC), le infrastrutture virtuali, l’intelligenza artificiale e le applicazioni di deep learning.

DC1000M si aggiunge all’unità di avvio DC1000B NVMe recentemente rilasciata, agli SSD SATA della serie VMware Ready DC500 e a DC450R, formando così la gamma più completa di soluzioni storage per data center di classe enterprise caratterizzate da prestazioni ai vertici del settore.

DC1000M è un’unità NVMe economica e potente per data center.

I clienti che vogliono fare il salto dalle SSD SATA/SAS a NVMe potranno godere delle somiglianze nell’implementazione, ma con velocità di trasferimento dati molto più veloci e minore latenza.

L’unità è caratterizzata da un’elevata capacità di memorizzazione e dalle migliori prestazioni classe Enterprise. DC1000M offre un’interfaccia PCIe NVMe Gen 3.0 x4 ad alte prestazioni, che offre throughput elevati e basse latenze su piattaforme standardizzate.

La soluzione è progettata per offrire fino a 540K IOPS in termini di prestazioni in lettura casuale e oltre 3GB/s di throughput. DC1000M è costruito secondo rigorosi requisiti QoS che garantiscono prestazioni di IO casuali, nonché prevedibilità di latenza in un’ampia gamma di carichi di lavoro.

Il formato universale U.2 (2,5”, 15mm) è supportato universalmente da tutti i server di ultima generazione e dagli array di storage che utilizzano backplane PCIe e U.2.

La soluzione può essere collegata a caldo, rendendo i problemi di manutenzione tradizionalmente associati allo storage PCIe un retaggio del passato. Inoltre, la soluzione integra anche funzionalità di classe enterprise, come la protezione dei percorsi dati end-to-end, le funzionalità di protezione contro le interruzioni di alimentazione (PLP) e quelle di monitoraggio telemetrico, per accrescere l’affidabilità dei data center.

Come riferito in una nota ufficiale da Tony Hollingsbee, SSD Business Manager di Kingston EMEA: «I servizi mission-critical e le applicazioni basate sul cloud dipendono non solo da IOPS e larghezza di banda fulminee, ma anche dalla coerenza e dalla prevedibilità dei dati serviti. DC1000M fornisce la stabilità e la bassa latenza per i data center in evoluzione, alimentando allo stesso tempo i carichi di lavoro che richiedono una sola scrittura dell’unità al giorno (1 DWPD)».

DC1000M è disponibile in formato da 960 GB, 1,92TB, 3,84TB e 7,6 TB ed è coperto da una garanzia di cinque anni, supporto tecnico gratuito e leggendaria affidabilità Kingston.