Secondo Spec.org ASUS è il maggior detentore di record mondiali sul benchmark SPEC CPU 2017 in single-socket e dual socket

ASUS annuncia che i propri server continuano a dominare le performance per quanto riguarda l’elaborazione dei dati, conquistando un totale di 578 nuovi record mondiali sui risultati dei benchmark, assegnati dalla Standard Performance Evaluation Corporation (SPEC).

ASUS ha collezionato un numero di primati del 30% superiore rispetto a qualsiasi altro fornitore di server, classificandosi come il maggior detentore di record mondiali sul benchmark SPEC CPU 2017 in single-socket (1P) e dual socket (2P).

Questi record sono stati raggiunti da server basati su piattaforme Intel e AMD, utilizzando processori come Intel Xeon Scalable di prima e seconda generazione, gli Intel Xeon E-2200 e gli AMD EPYC 7002 e considerando carichi di lavoro che variano dalle infrastrutture aziendali generali e software-defined, all’analisi dei dati, passando per AI e HPC (High Performance Computing). Questi dati sono aggiornati al 4 marzo 2020.

Server rack ASUS RS500A-E10 e RS700A-E9 V2 con processori AMD EPYC 7002

I server ASUS con i processori AMD EPYC 7002 al momento detengono 102 record mondiali. Questi includono 64 primi posti per le performance single-socket, 38 primi posti per le performance dual-socket in tutti i benchmark PEC CPU 2017 tra cui integer rate, floating point rate, integer speed e floating-point speed.

Tutti questi record mondiali sono stati stabiliti sui server della serie ASUS RS500A-E10 ed RS700A-E9 dotati di processori EPYC 7002 che offrono prestazioni 2x e una capacità 4x di floating-point rispetto alla precedente generazione 7001, con supporto per un massimo di 64 core,128 thread, 8 canali DDR4 3200 e 128 PCIe 4.0, ideali per inferenza AI, virtualizzazione, VDI, analisi e distribuzioni software-defined.

ASUS ESC8000 G4 performa grazie a Intel Xeon Platinum 8280L

ASUS ESC8000 G4 è un server con processori scalabili Intel Xeon di prima e seconda generazione che ora detiene 192 record sui benchmark SPEC CPU 2017.

Raggiunge i massimi risultati con il processore Intel Xeon Scalable Platinum 8280L e supporta una vasta capacità di memoria fino a 4,5 TB.

Supportando Intel Optane, progettata specificamente per carichi di lavoro di data center, ESC8000 G4 migliora le prestazioni di applicazioni ad alta intensità di dati come analisi in-memory, database e HPC. Il suo design brevettato di topologia adattabile gli consente anche di passare automaticamente da topologie single-root a dual-root attraverso ASMB9-iKVM, rendendolo ideale per AI learning, HPC e data center.

RS300-E10 ottiene tutti i record ai processori Intel Xeon E-2200

Ulteriori nuovi risultati sono stati raggiunti da ASUS RS300-E10, un server rack che con processori Intel Xeon E-2200 offre affidabilità e prestazioni a livello aziendale per server entry-level, sistemi SMB, edge computing e altre applicazioni. Intel ha rilasciato 12 SKU per i processori Intel Xeon E-2200 e i server ASUS dotati di queste 12 SKU si sono assicurati tutti le prime posizioni, dimostrando le eccezionali prestazioni e capacità di fornire supporto tecnico coerente su vasta scala per le crescenti e mutevoli esigenze delle aziende, della ricerca e del mondo accademico.

ASUS RS300-E10 è un server single-socket 1U con LAN Ethernet ed archiviazione espansibile che ha guadagnato 96 record nei benchmark pack CPU SPEC 2017 2017, SPECint 2017 e SPECfp 2017. Il design dello chassis, più compatto in profondità, di RS300-E10 è la perfetta soluzione salva-spazio per le piccole o medie imprese. Basato sulla famiglia di processori Intel Xeon E-2200, offre una potente potenza di calcolo per file server, server di servizio clienti, gateway o altre applicazioni specifiche.

Tecnologia di ottimizzazione ASUS performance Boost

I server ASUS sono dotati dell’esclusiva tecnologia Performance Boost per ottenere le migliori prestazioni e velocità dei server, ottimizzandoli per soddisfare i requisiti del carico di lavoro. Questa tecnologia migliora il throughput del carico di lavoro, massimizzando la frequenza del processore e aumentandone la potenza, rendendolo ideale per applicazioni time-sensitive come servizi finanziari o operazioni di data center. Nel BIOS, i clienti possono scegliere tra profili server preconfigurati e ottimizzati per workload specifici, massimizzando le prestazioni complessive e riducendo i tempi di configurazione del server.

Performance Boost è costituito da tre tecnologie principali. Core Optimizer massimizza la frequenza del processore nelle operazioni multi-core. Engine Boost offre un’accelerazione automatica della potenza con un design innovativo della tensione per aumentare le prestazioni complessive del server, offrendo prestazioni Tflops migliori fino al 24,5%. Workload Presets è un profilo BIOS-server preconfigurato basato su carichi di lavoro e benchmark per migliorare le prestazioni e l’efficienza, permettendo di raggiungere un miglioramento delle prestazioni del 5,8%[2] alla massima frequenza.