[section_title title=Cambiare tutelando R&S]

Ma da dove deve partire il cambiamento affinché Ricerca e Sviluppo siano tutelati?
Lo studio rivela che i dirigenti del Settore Sanitario hanno differenti opinioni e le loro risposte sono frammentarie. Quando è stato chiesto loro in quali aree la capacità di adattarsi al cambiamento fosse fondamentale hanno attribuito la stessa importanza a:
miglioramento dei processi legati al core business (34%);
assunzione di nuovo personale (34%);
acquisizione e fidelizzazione dei clienti (34%);
ottimizzazione della supply chain (34%);
adozione di nuove tecnologie (32%).

Tuttavia, quando si concentrano sulle aree in cui si aspettano di vedere i maggiori cambiamenti nei prossimi tre anni, la risposta più diffusa tra dirigenti sanitari è “migliorare i processi legati al core business”. Inoltre, quasi la metà del campione è convinto che le tecnologie per l’analisi dei dati abbiano un grande potenziale per migliorare l’assistenza sanitaria nei prossimi tre anni, una percentuale molto più alta rispetto agli altri settori (42% rispetto a una media del 29% in tutti gli altri).

Carsten Bruhn commenta: “Migliorare i processi del core business è senza dubbio il punto di partenza. È anche certo che l’analisi dei dati giocherà un ruolo assolutamente rilevante nella prevenzione e nel futuro della ricerca e sviluppo. I leader del Settore Sanitario devono inoltre focalizzarsi sulla trasformazione digitale delle cartelle cliniche dei pazienti. In questo modo migliora l’accesso e la gestione delle informazioni nel rispetto della riservatezza dei dati. Una gestione ottimale delle informazioni permette al personale medico di dedicare più tempo alla cura dei pazienti”.

L’articolo continua alla pagina seguente.