Dell Technologies ha annunciato sistemi per infrastrutture iperconvergenti (HCI) Dell EMC VxRail dai livelli superiori di prestazioni basati sui server Dell EMC PowerEdge di ultima generazione. La società, specialista nei sistemi HCI, ha inoltre introdotto innovazioni software e nodi dinamici per permettere ai clienti che si avvalgono di VxRail di utilizzare le risorse esistenti con maggior efficacia e supportare workload complessi grazie allo storage Dell Technologies.

In quanto unico sistema HCI ingegnerizzato con VMware, VxRail mette a disposizione particolari capacità di automazione e orchestrazione che consentono a oltre 12.000 clienti di accelerare i risultati di business all’interno di ambienti data center, cloud ed edge. Secondo una ricerca di IDC, i clienti VxRail registrano in cinque anni un ROI del 452%, aumentano del 70% la produttività dei team IT e abbattono del 92% i fermi operativi – non previsti – rispetto agli ambienti IT precedenti.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Jeff Boudreau, presidente e general manager dell’Infrastructure Solutions Group di Dell Technologies: «I clienti scelgono Dell EMC VxRail perché semplifica l’esperienza IT e il percorso verso il cloud ibrido. Gli investimenti di Dell Technologies nello sviluppo software puntano a facilitare l’adozione dell’hardware più recente, migliorare l’esperienza VMware e semplificare l’intero ciclo di vita dell’IT. Questi nuovi aggiornamenti aiutano i clienti a massimizzare le risorse che possiedono, supportare più workload e semplificare il deployment per meglio rispondere alle esigenze del business».

Performance estreme per workload mission-critical

I nuovi sistemi VxRail basati sulla più recente tecnologia server Dell EMC PowerEdge, compresi i processori Intel Xeon Scalable di 3′ generazione, dispongono del 42% di core in più per accelerare le prestazioni rispetto alle generazioni precedenti. La memoria persistente Intel Optane 200 series, disponibile in opzione, aumenta la bandwidth mediamente del 32% rispetto alla generazione precedente.

Alcuni sistemi VxRail specifici sono stati, inoltre, aggiornati con i processori AMD EPYC di 3′ generazione per offrire ai clienti flessibilità e scalabilità con un massimo di 64 core per processore con performance aumentate per supportare un’ampia varietà di workload e casi di utilizzo.

Le contnue innovazioni a VxRail HCI System Software offrono un’esperienza trasparente quando si adottano piattaforme di nuova generazione con una semplificazione del deployment e della gestione di VxRail.

Altre novità riguardanti i sistemi VxRail comprendono:

  • VxRail V Series propone adesso in opzione le GPU NVIDIA A40 o A100 Tensor Core che, combinate con il software NVIDIA AI Enterprise e con funzionalità di caching NVMe, offrono prestazioni superiori facilitando il deployment delle applicazioni dedicate alla AI e al machine learning.
  • VxRail P Series incrementa la sua capacità fin del 20% per meglio supportare una varietà di workload come VDI, streaming video e imaging medicale.
  • VxRail E Series offre ai clienti una maggiore flessibilità con il 50% di slot PCIe in più per poter aggiungere risorse supplementari come schede di rete o schede fibre channel.

I clienti possono, inoltre, registrare tempi di risposta applicativa più rapidi dai sistemi PowerEdge basati su Intel grazie all’aggiunta di PCIe Gen 4, che raddoppia la bandwidth e offre il 33% di lane PCIe in più per velocizzare l’elaborazione dei dati.

Arrivano i nodi dinamici Dell EMC VxRail

Dell Technologies ha introdotto i nodi dinamici VxRail, sistemi esclusivamente dedicati al calcolo progettati per aiutare i clienti a semplificare le operazioni, gestire meglio le risorse storage e ottimizzare i costi, supportando un maggior numero di workload ed estendendo gli ambienti VxRail per includere opzioni storage esterne. I clienti possono ampliare il modello operativo di VMware VxRail allo storage esterno condividendo capacità storage vSAN tra cluster attraverso VMware vSAN HCI Mesh.

Secondo Paul Nashawaty, senior analyst di Enterprise Strategy Group: «I responsabili IT vogliono ridurre la complessità dei data center, valorizzare al massimo i loro budget IT e ottimizzare la produttività. Un’infrastruttura iperconvergente li aiuta a ottenere tutte e tre le cose. Con i nuovi aggiornamenti di VxRail, Dell Technologies ha ridefinito quello che le aziende possono aspettarsi dagli ambienti HCI, e l’approccio di Dell li rende ancora più potenti, facili da usare e capaci di gestire workload ancora più complessi».

Infine, come sottolineato da Eric Miller, vice president of private cloud di Rackspace: «Combinare la semplicità e l’agilità di VMware Cloud Foundation su Dell EMC VxRail con storage array enterprise come Dell EMC PowerStore ci aiuta ad affrontare un numero ancora maggiore di workload. È il mix perfetto di risorse che ci permette di massimizzare l’automazione delle HCI, l’agilità del cloud ibrido e le caratteristiche di prestazioni ed efficienza tipiche dello storage enterprise».

Supporto per il self-deployment e le ultime release VMware

Le innovazioni apportate a VxRail HCI System Software forniscono ai clienti un grado superiore di controllo nella fase di installazione grazie a nuovi tool self-service. I clienti possono dunque convalidare, orchestrare e automatizzare i deployment dei cluster nei tempi che preferiscono, l’ideale per le aziende che possiedono ambienti remoti o distribuiti. Ulteriori capacità software permettono di rispondere meglio alle necessità dei workload effettuando una riallocazione o un redistribuzione dei nodi all’interno dei cluster.

Altre novità software razionalizzano ulteriormente le capacità LCM (Lifecycle Management) mettendo a disposizione i vari aggiornamenti VMware, come ad esempio quelli di NSX-T e Tanzu, all’interno di un unico ciclo di upgrade. La gestione del ciclo di vita risulta ancora più semplice aggiungendo al processo LCM il bundle di installazione NVIDIA AI Enterprise e VMware per facilitarne il deployment. I clienti possono rispettare le finestre di manutenzione con opzioni di aggiornamento più flessibili e convalidare automaticamente l’infrastruttura con migliori report di conformità.