Panasonic mette a frutto i microfoni Sennheiser nell’innovativa funzione di rilevamento vocale per telecamere PTZ, che introduce una nuova rivoluzione nel mondo delle riprese audio/video. Grazie ai microfoni Sennheiser, infatti, le telecamere sono in grado di spostare automaticamente la messa a fuoco e inquadrare direttamente l’interlocutore.

Tramite il panning fluido e automatizzato delle telecamere, questa tecnologia si rivela ideale per l’utilizzo durante gli eventi online, quali conferenze, lezioni o corsi di formazione, in particolare quando ci sono domande da parte del pubblico o in presenza di più di uno speaker. La soluzione utilizza le telecamere PTZ di Panasonic e i microfoni TeamConnect Ceiling 2 di Sennheiser ed è già in uso presso il Business Solution Centre Europe (BSC) di Panasonic in combinazione con un Media Control System di Crestron, ma è compatibile anche con altri sistemi di controllo analoghi.https://business.panasonic.it/telecamere-professionali/telecamere-pt-integrate/aw-sf200g

I dispositivi vengono gestiti centralmente tramite un controller connesso alla rete.

Intelligent motion e tracking basato sull’audio

Il rilevamento vocale apre un’ampia gamma di nuove possibilità e può essere impiegato in abbinamento ai due software Panasonic di motion tracking e face tracking già sul mercato: l’AW-SF100 – per il rilevamento automatico del movimento – e il software opzionale AW-SF200 per il rilevamento facciale.

Ad esempio, durante una conferenza è possibile impiegare una telecamera con rilevamento automatico per registrare lo speaker principale, mentre una seconda telecamera con rilevamento vocale può essere impiegata per riprendere gli interventi degli altri partecipanti.

Le impostazioni sono personalizzabili e possono essere memorizzate per utilizzi futuri: è possibile dare la priorità a determinate persone al fine di evitare che le telecamere si orientino erroneamente verso eventuali conversazioni tra il pubblico.

Inoltre, è possibile prevedere di integrare dei microfoni a clip nella scaletta di registrazione e fissare le priorità in base a essa. La soluzione permette anche di impostare un breve tempo di attesa per le telecamere PTZ, in modo tale che spostino la messa a fuoco solo quando c’è un segnale audio permanente.

Con Sennheiser più tempo da dedicare ai contenuti degli speech

La nuova soluzione con componenti Panasonic e Sennheiser semplifica anche la preparazione tecnica degli eventi. Agli speaker non è richiesto di avere conoscenze tecniche, né di essere affiancati da operatori video o tecnici del mixaggio. Essi possono quindi concentrarsi unicamente sui propri speech, mentre le telecamere registrano automaticamente tutti gli interventi.

Un investimento sicuro che consente di risparmiare risorse

Le aziende che già utilizzano le telecamere PTZ Panasonic e i microfoni o i sistemi di controllo Sennheiser potranno integrare la soluzione nelle proprie sale conferenze, con la possibilità di combinare diversi tipi di dispositivi in base alle dimensioni e alla destinazione degli ambienti.

Un microfono TCC2 di Sennheiser è in grado di coprire ambienti con una superficie di 60 m2. Per aree più ampie sono necessari diversi microfoni.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Guilhem Krier, Panasonic Head of New Business and Market Development presso le Business Unit MEBD & DSC: «La richiesta di formati audio/video automatizzati e di alta qualità sta continuando a crescere. Dirigenti aziendali e politici dipendono dai formati online per le loro riunioni con i collaboratori e le conferenze stampa, mentre scuole e università devono fare affidamento sulla didattica a distanza. Il rilevamento vocale delle nostre telecamere PTZ aumenta ulteriormente il livello di automazione dei dispositivi e consente una gestione più conveniente. Si tratta di due vantaggi enormi».

Per Marco Schulz, Sales Engineering Manager presso Panasonic: «Aziende e organizzazioni stanno predisponendo un numero sempre maggiore di sale da utilizzare appositamente per le conferenze online. In futuro, i vantaggi delle sessioni audio/video di alta qualità influiranno direttamente sulla nostra vita. Secondo gli esperti, sarà necessario adottare delle nuove soluzioni ibride, concepite sia per le conferenze dal vivo che per i meeting online».