Panasonic rende i sistemi di videosorveglianza ancora più sicuri

603

A Londra, in occasione di IFSEC 2017, Panasonic ha presentato una linea di videosorveglianza end-to-end a prova di cybercrime






Per fronteggiare l’aumento degli attacchi alla sicurezza delle infrastrutture di rete, Panasonic ha sviluppato una serie di tecnologie affidabili per la protezione dei dati nelle proprie soluzioni di videosorveglianza. La funzionalità Secure Communication, ora disponibile in tutte le telecamere Panasonic serie 5, 6 e True 4K, protegge da attività illecite, quali lo spoofing, ossia i dati falsi, la manomissione e l’alterazione di video, e lo snooping, vale a dire il furto di password, salvaguardando le comunicazioni di sorveglianza IP.


Secure Communication di Panasonic è una tecnologia di sicurezza, di livello simile a quello dei pc, per le telecamere IP che riunisce varie funzionalità di protezione dei dati, tra cui la crittografia delle informazioni, la crittografia delle comunicazioni che viaggiano su protocollo internet e la verifica, garantendo l’integrità delle evidenze video e dei dati complessivi per i flussi di streaming video IP Panasonic.

Un nuovo standard per la protezione dei sistemi di videosorveglianza

A garanzia del valore legale delle registrazioni, inoltre, il sistema utilizza i certificati Symantec Managed PKI, combinando una tecnologia crittografica avanzata con una tecnologia di rilevamento di eventuali alterazioni apportate alle immagini.

In questo modo si crea un livello di protezione estremamente sicuro e potente nei prodotti di sorveglianza incorporati, con tre blocchi a difesa delle informazioni: la crittografia dei dati, la crittografia delle comunicazioni e la verifica, oltre a una chiave di autenticazione, che rende le informazioni di sorveglianza una prova affidabile anche in tribunale.

Come riferito sul sito di Panasonic, queste funzionalità sono efficaci anche per prevenire le perdite di video, in quanto il materiale video crittografato nella telecamera viene trasferito al registratore mediante un sistema end-to-end completamente protetto, a marchio Panasonic. Per garantire l’attendibilità dei dati si utilizzano certificati e valori hash, che sono in grado di rilevare l’alterazione dei video e confermare che il video è stato prodotto da una telecamera specifica.