Quando la trasformazione digitale inizia dalla scansione documentale

804

Confesercenti Pistoia ha scelto gli scanner Fujitsu fi-7180 per digitalizzare oltre 5.000 fatture e documenti contabili

Al fine di semplificare i processi di lavoro e offrire un servizio sempre più efficace, Confesercenti Pistoia ha integrato nei propri processi di lavoro la soluzione software PRipper, sviluppata dall’italiana StartDigit, specializzata in soluzioni innovative in ambito Digital Transformation.

Obiettivo della realtà che, con circa 2.500 aderenti del territorio assiste gli imprenditori con strumenti moderni, liberandoli dagli adempimenti burocratici: rendere la contabilità uno strumento utile all’impresa per il controllo della gestione e di supporto alle scelte strategiche aziendali.

A partire dal 1 gennaio 2019, infatti, tutte le imprese in Italia devono utilizzare unicamente un sistema di fatturazione elettronica denominata “fatturazione B2B” per la certificazione delle cessioni di beni e le prestazioni di servizi. Proprio in quest’ottica Confesercenti Pistoia è stata tra le prime ad adottare nuovi sistemi informaci a supporto di questo epocale cambiamento.

Nel 2017, attraverso Var Group, Confesercenti Pistoia ha scelto le soluzioni di gestione documentale Fujitsu per ottimizzare l’efficienza del lavoro in azienda e ridurre gli spazi fisici occupati dalla carta.

Per avviare il processo di digitalizzazione era, infatti, necessario un partner tecnologico specializzato nella produzione di scanner documentali che fosse in grado di ridurre i tempi di acquisizione dei documenti, garantendo la massima qualità d’immagine.

Fujitsu si è rivelato il miglior partner, grazie alle elevate prestazioni dello scanner fi-7180. La soluzione si è integrata in maniera efficace nel programma di contabilità sviluppato da Siweb per Confesercenti Pistoia, per la facilità d’uso, la qualità delle immagini e la velocità nel processo d’acquisizione.

Solo nel primo periodo di avviamento del progetto sono state digitalizzate e integrate nel sistema oltre 5.000 fatture e documenti contabili. Dalla sperimentazione compiuta nel 2017 su 2 imprese, Confesercenti Pistoia è passata nei primi giorni del 2018 a 11 imprese che hanno aderito al progetto tecnologico, con l’obbiettivo di estendere il progetto al maggior numero di aziende associate entro la fine del 2018.

Come riferito in una nota ufficiale da Riccardo Bruzzani, Direttore Provinciale Confesercenti: «L’iniziativa da noi intrapresa si è rivelata una scelta strategica. La riduzione dei tempi di lavorazione delle pratiche contabili, e la facilità di utilizzo della nuova tecnologia a nostra disposizione ci ha consentito di offrire un servizio migliore ai nostri iscritti e di guidare le imprese verso quel processo di trasformazione digitale, oramai necessario».