Cresce la gamma di UPS On-line a doppia conversione di Eaton

I nuovi UPS Eaton 9E semplificano la gestione di applicazioni critiche entry-level assicurando la continuità aziendale

Eaton ha annunciato il lancio dei nuovi gruppi di continuità 9E da 1000VA a 3000VA per completare l’attuale gamma 1-20kVA nella categoria degli UPS On-Line a doppia conversione.

Progettati per offrire elevata affidabilità, flessibilità e sicurezza avanzata dei dati e del lavoro degli utenti finali attraverso il monitoraggio costante delle condizioni dell’alimentazione e la perfetta regolazione di tensione e frequenza, i nuovi UPS 9E rappresentano la risposta alle esigenze di infrastrutture IT, applicazioni industriali e mediche, storage, networking e sistemi di telecomunicazioni.

Affidabilità, flessibilità e prestazioni

La gamma 9E di Eaton integra le più recenti tecnologie disponibili sul mercato per garantire ai clienti le migliori prestazioni. Progettati per offrire elevata affidabilità grazie a una topologia robusta basata sulla tecnologia a doppia conversione, gli UPS 9E di Eaton possono garantire la continuità aziendale in caso di guasto anche per lunghi periodi: dispongono, infatti, della possibilità di estendere l’autonomia attraverso l’installazione di 4 moduli batterie esterni o utilizzando modelli XL equipaggiati di un ‘supercharger’ interno per autonomie ancora maggiori.

L’intera gamma UPS 9E è sempre fornita di bypass interno, oltre a un bypass di manutenzione (di serie per i modelli 6-20kVA) per una facile manutenzione dell’UPS senza dover spegnere i carichi critici.

Gli UPS 9E sono sempre equipaggiati di porta RS232 e porta USB, oltre ad avere uno slot disponibile per l’installazione “hot swap” della scheda di rete o scheda relè o scheda Modbus.

Compatibili con il software Eaton IPM Editions, gli UPS 9E di Eaton possono integrare tutti i principali sistemi operativi, inclusa la gestione avanzata di piattaforme di virtualizzazione e strumenti di orchestrazione del cloud. Questo permette ai professionisti IT di configurare specifiche automazioni relative a eventi energetici, tra cui piani di ripristino automatici, arresti controllati e distacco del carico. Inoltre, grazie alla nuova interfaccia LCD ottimizzata, è possibile ottenere su un unico display una panoramica precisa con informazioni puntuali sullo stato e sulle misurazioni dell’UPS, compresi il livello di carico, il livello della batteria, di tensione e la frequenza di ingresso/uscita.

Come riferito in una nota ufficiale da Stefano Cevenini, Product Manager Power Quality e Data Center Segment Marketing Manager di Eaton Italia: «Il lancio dei nuovi gruppi di continuità di Eaton conferma l’impegno costante dell’azienda nella ricerca di soluzioni innovative e all’avanguardia, capaci di indirizzare le esigenze differenti. Combinando gli elementi fondanti dell’alimentazione sicura e abilitanti della digitalizzazione per gestire e analizzare i flussi energetici, gli UPS Eaton 9E da 1kVA a 3kVA semplificano la gestione di tutte le applicazioni critiche entry-level migliorandone le prestazioni in termini di affidabilità e continuità di servizio».