Cyber Backup SCS Hardened Edition è la nuova soluzione di Acronis progettata specificamente per le reti air gap

Serguei Beloussov, Acronis
Serguei Beloussov, Acronis

Acronis, specialista globale nella cyber protection, lancia Acronis Cyber Backup SCS Hardened Edition, una soluzione per il backup dell’immagine completa del disco progettata specificamente per le reti air gap che non hanno accesso a Internet.

Avvalendosi dello stesso codebase di Acronis SCS, una soluzione certificata DoDIN APL (un elenco di prodotti approvati dalla divisione DoDIN del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti), Acronis Cyber Backup SCS Hardened Edition offre la protezione completa delle risorse e dei dati critici di ambienti altamente sensibili che offrono servizi di sicurezza nazionale, industriale e finanziaria, inclusi i siti per i test delle armi, laboratori di sviluppo, simulatori per addestramento, dispiegamento di elementi militari, sistemi SCADA per monitoraggio e raccolta dei dati, sistemi di controllo industriale e molto altro.

L’approccio air gap di cui si avvale la soluzione costituisce una misura di sicurezza informatica che protegge una rete di computer isolandola fisicamente da altre reti, come la rete Internet pubblica o qualsiasi altra rete locale non protetta. Secono il report di Cybersecurity Ventures, si raggiunge così un livello di sicurezza superiore contro le minacce esterne, inclusi gli attacchi ransomware che, secondo le stime, entro il 2021 colpiranno un sistema ogni 11 secondi, con danni pari a circa 20 milioni di dollari.

Senza integrazione né connessione in uscita a servizi online, Acronis Cyber Backup SCS Hardened Edition riduce drasticamente la superficie di attacco di qualsiasi ambiente, limitando il tempo dedicato dai team IT ai falsi avvisi e alle mancate comunicazioni in uscita, problematiche comuni quando si utilizza una soluzione non rafforzata in una rete air gap. A garanzia della massima entropia, Acronis Cyber Backup SCS Hardened Edition integra crittografia e generazione di chiavi RSA con convalida FIPS, oltre al metodo Intel basato su hardware per la generazione di numeri casuali.

La soluzione è già certificata Common Criteria ed è in corso la certificazione FIPS 140-2. Inoltre, è stata valutata e testata da laboratori indipendenti, e la supply chain del codice sorgente è gestita tramite il mapping delle esatte dipendenze. È una soluzione affidabile che garantisce la protezione completa delle risorse dati critiche, senza aggiungere inutili complessità.