Le aziende europee del settore rental & staging testimoniano i vantaggi a livello creativo, commerciale e operativo dell’utilizzo del proiettore RQ50K di Panasonic

Panasonic_proiettori_CG_RQ50K_angled

Secondo il white paper recentemente pubblicato da Panasonic (disponibile qui), i proiettori laser DLP a 3 chip di ultima generazione, rappresentano una valida alternativa ai display a LED per l’illuminazione dei fondali/sfondi nell’ambito degli eventi live, grazie a degli elevati livelli di luminosità e ad un ampio ventaglio di vantaggi, sia dal punto di vista creativo, che da quello commerciale e operativo.

Il white paper Panasonic si basa sulle esperienze delle maggiori Compagnie di rental & staging europee, tra cui la belga The AED Group e con il contributo dell’italiana STS Communication.

Il prodotto al centro di questa Case Study è il nuovo PT-RQ50, il proiettore DLP a 3 chip da 50.000 lumen di Panasonic che offre immagini con risoluzione 4K nativa e assicura fino a 20.000 ore di funzionamento senza che sia necessario alcun intervento di manutenzione. Presenta, inoltre, un design innovativo senza lampada e filtro, che prevede la schermatura dell’unità laser, per proteggere ermeticamente il percorso ottico dalla polvere.

Le aziende nel settore rental & staging hanno riconosciuto un vantaggio nell’uso dei proiettori Panasonic in termini di facilità d’uso e convenienza, senza alcun compromesso in termini di performance, qualità delle immagini e consumo energetico, con risultati finali visivi equiparabili a quelli dei display a LED. L’uso dei proiettori ha inoltre fatto da apripista a diverse possibilità creative, consentendo – ad esempio – di predisporre schermi fluttuanti o che cambiano dimensione facilmente, o di scalare risoluzione e luminosità delle immagini nelle riprese ravvicinate.

In seguito all’allestimento di un evento standard per il quale è stato chiesto alle aziende di fornire 4 schermi di 9,6 m x 6 m ciascuno ed immagini con risoluzione 4K, le stesse hanno riferito di aver ottenuto un significativo risparmio optando per i proiettori al posto dei display a LED: tempi di verifica preliminare ridotti da una settimana a meno di un giorno; impiego di soli 5 flight case per il trasporto contro i 70 richiesti dai moduli led; riduzione dei tempi di installazione da 110 a 40 ore-uomo; a parità di luminosità, inoltre, i proiettori hanno dimostrato di consumare 2/3 volte meno energia rispetto ai sistemi Led Wall.

“I LED WALL hanno conquistato il mercato dei video wall e degli sfondi nel live staging grazie ad immagini con una brillantezza e un contrasto impareggiabili. Con in lancio del proiettore RQ50K di Panasonic il trend si è invertito rapidamente”, ha affermato Hartmut Kulessa, European Marketing Manager di Panasonic Business. “Il settore rental&staging ha subito riconosciuto il forte potenziale e i vantaggi commerciali e operativi di questo proiettore, in grado di assicurare un’altissima qualità delle immagini e una flessibilità creativa che supera di gran lunga quelle dei sistemi LED WALL”.