Prezzo e autonomia sono i plus dei nuovi WiBUDS Pocket, auricolari wireless disponibili in esclusiva nell’e-store italiano di Wiko

Wiko, brand franco-cinese di smartphone, ha reso disponibili in esclusiva all’interno del suo e-store italiano i nuovi WiBUDS Pocket, auricolari wireless leggerissimi (4 grammi l’uno), ergonomici, disponibili nella finitura glossy bianca al prezzo suggerito al pubblico di 29,99 euro.

Pensati per garantire garantiscono fino a 16 ore no-stop di autonomia con una sola carica, i nuovi WiBUDS Pocket di Wiko sono dotati di una custodia che funge anche da stazione di ricarica e permette fino a 4 ricariche complete aggiuntive, per 12 ore extra di autonomia.

Facili da usare, perché dotati di comandi intuitivi con cui è possibile fare lo skip da un brano all’altro, o chiacchierare con le mani libere, i WiBUDS sono associabili a qualsiasi dispositivo con Bluetooth 5.0 sia esso Android o iOS.

Con Wiko, packaging 100% riciclabile, a tutela dell’ambiente

Inoltre, con i nuovi WiBUDS Pocket Wiko ha presentato un packaging rinnovato, concepito all’insegna della ecosostenibilità. Gli imballaggi di WiBUDS Pocket sono infatti esclusivamente realizzati in carta e cartone, sono privi di componenti in plastica, colla e vernice.

Il tutto in linea con un recente sondaggio che Wiko ha realizzato coinvolgendo la sua community di Instagram per conoscere di più e meglio le impressioni proprio su uno degli accessori più amati e diffusi.

È emerso che oltre il 70% dei rispondenti dichiara di avere almeno un paio di auricolari senza filo, e di utilizzarli abitualmente nel 62% dei casi. I preferiti sono quelli in ear, da inserire all’interno dell’orecchio, per preservare qualità e pulizia del suono (76%).

Non a caso, stando ai risultati del sondaggio di Wiko, gli auricolari sono scelti per ascoltare musica e le proprie playlist preferite nei momenti di relax o negli spostamenti (65%), mentre sono meno impiegati durante le attività sportive. Si predilige infatti allenarsi in silenzio (così sostiene il 58% del campione), ascoltando il proprio corpo, senza distrazioni.

Grazie al diffondersi di smart working e di DAD tra i ragazzi, gli auricolari sono sempre più usati durante call e lezioni. Quasi metà del campione partecipante al sondaggio di Wiko (47%) sceglie gli auricolari in questi contesti. Il restante 53% si affida al volume del PC.

Per quanto riguarda le caratteristiche più apprezzate, oltre l’imprescindibile qualità del suono, vincono prezzo e autonomia. Se il primo è una discriminante importante per il 65% dei rispondenti, la necessità di un’autonomia considerevole è praticamente un plebiscito, con il 91% dei consensi.