Wildix, che ha da poco rilasciato sul mercato x-caracal, è pronta a spiegare nel dettaglio le potenzialità del nuovo strumento di analisi per l’ottimizzazione delle Unified Communication attraverso un webinar ad hoc.

Previsto per martedì 8 giugno, dalle ore 11 alle ore 12, l’incontro online, a cura di Matteo Erba, Area Manager di Wildix, porrà l’attenzione su uno strumento di analisi che consente agli utenti Wildix di valutare l’efficacia delle comunicazioni con i clienti nell’ottica della generazione di lead e di profitti.

Seguendo il posizionamento dell’azienda fortemente incentrato sulle vendite, x-caracal consente, infatti, agli utenti di trasformare i loro siti web in efficaci strumenti di vendita, dove i visitatori possono passare facilmente dalla chat automatizzata alla chat dal vivo e al supporto telefonico senza mai abbandonare il browser. Poter interagire con i potenziali clienti in questo modo offre un maggiore controllo sul processo di vendita, aumenta i tassi di conversione e crea opportunità per ridurre il tempo tra l’interesse iniziale e la conversione.

Cosa potete fare con x-caracal

Con il nuovo x-caracal, gli utenti Wildix possono analizzare ogni fase delle loro comunicazioni con i clienti e valutarne l’efficacia. La soluzione fornisce una visualizzazione dashboard delle comunicazioni che può essere utilizzata per il monitoraggio continuo, mentre i report standard e personalizzati utilizzano la business intelligence integrata per identificare tendenze e opportunità di ottimizzazione.

Utilizzando x-caracal, i leader di vendite e marketing possono individuare le lacune che causano opportunità mancate, allocare le risorse in modo più efficace e perfezionare i processi e le tecniche per massimizzare le conversioni.

x-caracal è il primo di vari aggiornamenti della piattaforma incentrati sul miglioramento dell’esperienza del cliente, in ogni fase del percorso di vendita, presentato in anteprima per i partner Wildix al summit virtuale UC&C 2021 dell’azienda che si è tenuto a gennaio.

Per iscrivervi al webinar dell’8 giugno, cliccate QUI