Un recente studio di Analysys Mason commissionato da Qualcomm ed Ericsson sullo stato, i costi e i benefici dell’implementazione delle onde millimetriche (mmWave) 5G in Europa identifica che lo spettro mmWave nel continente potrebbe fornire connettività per gli utenti nelle reti mobili pubbliche, servizi di accesso fisso senza fili (FWA) 5G in case e uffici, e una vasta gamma di altri usi consumer, aziendali e industriali. Secondo lo studio lo spettro mmWave potrebbe essere particolarmente utile in luoghi dove i volumi di traffico dati da dispositivi mobili sono particolarmente elevati – come la copertura esterna per affrontare la domanda di dati mobili negli stadi, grandi eventi, festival e siti turistici, o la copertura interna di case e uffici.

Basandosi su studi precedenti, Analysys Mason è del parere che ci sia un significativo beneficio economico nel distribuire il 5G mmWave principalmente insieme ai 3,5GHz e ad altri spettri mobili esistenti in Europa, ma anche da solo, attraverso una vasta gamma di scenari per la copertura esterna o interna. Per ciascuno dei casi d’uso modellati, il beneficio stimato è tra 5 e 20 volte maggiore del costo stimato, assumendo che mmWave sia costruito sopra un “caso base” di implementazione della rete a banda larga mobile potenziata (eMBB). Aggregando tutti i casi d’uso modellati che utilizzeranno mmWave, Analysys Mason stima un beneficio totale del PIL (fino al 2040) di oltre 140 miliardi di euro (cumulativo), per circa 20 miliardi di euro di costi, in trenta mercati europei (UE27 più Norvegia, Svizzera e Regno Unito).

Come parte dello studio, Analysys Mason ha parlato con diversi operatori fissi e mobili nel mercato europeo e altrove, per raccogliere opinioni su come lo spettro mmWave potrebbe essere distribuito, e per convalidare le ipotesi di modellazione.

Le interviste hanno indicato che gli operatori intendono utilizzare l’implementazione mmWave in più ambienti esterni e interni localizzati (in base al carico della rete e alla domanda del mercato locale). Una grande varietà di casi d’utilizzo sono stati descritti, ad esempio, banda larga mobile in luoghi ad alta capacità, FWA basato sul 5G, fabbrica intelligente e altre applicazioni industriali, veicoli connessi e copertura specifica per i locali. Le parti interessate hanno sottolineato che mmWave può essere utilizzato per massimizzare la capacità all’interno delle reti mobili (poiché le frequenze possono essere riutilizzate più intensamente senza che si verifichino interferenze co-canale), nonché per consentire una maggiore flessibilità per affrontare diversi requisiti di capacità uplink e downlink.

Le interviste hanno anche evidenziato che la tecnologia 5G mmWave ha dimostrato la sua capacità di fornire un’elevata capacità nelle prove e nei sistemi commerciali distribuiti fino ad oggi. Diverse reti mmWave sono state ora distribuite a livello globale su base commerciale, con i mercati europei in procinto di mettersi al passo con queste distribuzioni. Gli ORM europei hanno commentato che ulteriori distribuzioni europee (così come le distribuzioni non europee in paesi come l’Australia e il Brasile) contribuiranno a costruire l’ecosistema di apparecchiature e dispositivi mmWave.

Lo studio conclude che ulteriori progressi sulle licenze mmWave nei mercati europei in linea con gli obiettivi fissati nel piano d’azione 5G dell’Unione europea (5GAP) costruiranno ulteriori certezze e l’adozione dell’ecosistema mmWave.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Janette Stewart, partner di Analysys Mason: «Questo studio dimostra l’importanza per i regolatori europei di completare le licenze 5G in tutte le bande identificate a livello UE».

Per Wassim Chourbaji, Senior Vice President, Government Affairs EMEA, Qualcomm Communications S.A.R.L.: «È chiaro, dal rapporto, che l’implementazione del 5G mmWave accanto alle implementazioni 5G sub-6 porterà un significativo impatto economico positivo in Europa. Siamo incoraggiati a vedere i progressi positivi fatti finora in Europa per assegnare lo spettro mmWave a 26GHz. È chiaro, tuttavia, che c’è molto lavoro da fare per raggiungere altre regioni del mondo che stanno vedendo i benefici della commercializzazione dei servizi 5G mmWave».

Infine, secondo Ulf Pehrsson, VP e responsabile delle relazioni con il governo e l’industria di Ericsson: «Con quasi 90 reti 5G Ericsson live nei 5 continenti e altre in cantiere, la nostra esperienza mostra che i mercati leader offrono disponibilità di spettro 5G in tutte le gamme di frequenza (bassa, media e alta). L’Europa ha infatti armonizzato lo spettro nelle tre gamme e invitiamo le nazioni a rilasciare lo spettro per accelerare il mercato. In particolare, l’onda millimetrica è la chiave per fornire una capacità molto elevata in aree dense e una vasta gamma di casi d’uso industriale. Il suo dispiegamento, che si basa sul miglioramento della banda larga mobile esistente, è la chiave per portare l’economia in alto post-covid19, come mostrato in questo rapporto».