brother
Lorenzo Matteoni, Brother

La stampa dei documenti è ancora oggi un aspetto chiave nelle attività di ogni ufficio. La digitalizzazione in atto a livello mondiale pare non avere impattato più di tanto questo settore, dove i costi di stampa arrivano a rappresentare circa il 3% del fatturato di un’azienda. Per consentire un risparmio fino al 40%, mantenendo alti gli standard nei processi di stampa in termini di qualità, velocità e sicurezza Brother propone alle aziende di scegliere il noleggio, anziché l’acquisto di stampanti e multifunzione.

Il noleggio, oltre al risparmio, garantisce infatti un’ampia serie di vantaggi di cui abbiamo parlato in questa intervista con Lorenzo Matteoni, Senior Manager Marketing di Brother Italia.

Partiamo da un dato di fatto. Nonostante la spinta alla digitalizzazione stampare è ancora fondamentale. Perché le aziende non possono farne a meno?

“In un qualsiasi ciclo di vita aziendale il mantenimento di un archivio documentale è sempre stato uno dei processi vitali per le attività di business e amministrative, e anche da remoto le stampanti rappresentano il complemento indispensabile per tutti i professionisti operativi da casa e per cui i processi di stampa mantengono una valenza chiave. La pandemia ha inoltre avuto un forte impatto sulla spesa per i dispositivi di stampa e il mercato dei modelli multifunzione di formato A4, in particolare, è stato in grado di rispondere meglio a due esigenze del mercato: l’home working e il distanziamento sociale in ufficio.

Nel 2020 Brother è il secondo player nel mercato printing laser A4 con il 24% di quota di mercato con un fatturato in crescita del 59% rispetto all’anno precedente (fonte dati IDC)”.

Quali sono i punti di forza di Brother che vi hanno consentito di raggiungere un risultato come questo?

“I fattori determinanti di questo risultato sono stati: l’ampiezza dell’offerta, che ha consentito a Brother di intercettare tutte le esigenze di questo periodo d’emergenza, la domanda trainante di dispositivi A4 rispetto all’A3, la costante ed elevata attenzione alla sicurezza dei dispositivi, l’offerta di soluzioni personalizzate per ogni industry e la proposta di soluzioni intelligenti per l’ufficio e per l’home office. In particolare, le macchine SOHO (small office, home office) e professionali compatte hanno trovato la giusta collocazione negli «uffici domestici» con la stessa affidabilità e funzionalità che l’utente ha sempre sperimentato in ufficio”.

L’impatto della pandemia quindi è stato importante…

“In questa fase, la pandemia ha indubbiamente accelerato la transizione al digitale ma non in modo sostanziale e dirompente: secondo IDC, infatti, il 69% delle aziende ritiene che il volume totale di pagine stampate dalla propria azienda non cambierà di molto a seguito dell’epidemia di COVID-19”.

Quanto incidono oggi i costi di stampa all’interno del budget aziendale?

“La stampa dei documenti è un aspetto chiave nelle attività di ogni ufficio. Per questo, i costi di stampa arrivano a rappresentare circa il 3% del fatturato di un’azienda. Con il noleggio Brother è possibile risparmiare fino al 40%, mantenendo alti gli standard nei processi di stampa in termini di qualità, velocità e sicurezza”.

Quali sono i vantaggi del noleggio rispetto all’acquisto di dispositivi per il printing?

“La scelta del noleggio permette in primis di disporre di stampanti e multifunzione di ultima tecnologia, evitando qualsiasi esborso iniziale, con costi fissi programmati.

Più nel dettaglio, iI noleggio avrà un canone mensile o trimestrale che resterà invariato per tutta la durata del contratto. Costi certi e programmati che eliminano i problemi di cash-flow e permettono di gestire il parco stampanti senza alcuna immobilizzazione di capitali.

Una soluzione completa che consente di ridurre i tempi di inattività e di assicurare la continuità dei flussi di lavoro.

Grazie al noleggio vengono notevolmente limitate le quantità di capitali liquidi investiti nell’acquisto di apparecchiature: tutto è a carico dell’azienda che offre il servizio di noleggio. Si evita così ogni intermediazione bancaria e il cash-flow aziendale ne trae un chiaro beneficio. Il noleggio gode inoltre di importanti vantaggi fiscali: i canoni di noleggio sono totalmente deducibili ai fini IRES e IRAP (e detraibili per l’IVA)”.

Perché, oltre al risparmio, un’azienda dovrebbe scegliere questa soluzione?

“Un’azienda che decide di scegliere il noleggio Brother avrà un parco stampanti sempre aggiornato. La tecnologia muta rapidamente e rimanere al passo coi tempi può diventare oneroso per chi sceglie di acquistare i dispositivi. Scegliendo il noleggio Brother si elimina il rischio di rimanere vincolati al dispositivo di stampa che non è più conforme agli standard o alle esigenze aziendali. Grazie al noleggio l’azienda disporrà sempre della tecnologia più recente, aumentando la produttività grazie alla presenza di dispositivi sempre efficienti ed innovativi, che fanno anche risparmiare tempo prezioso ai dipendenti”.

In concreto cosa prevede l’offerta di Brother per chi preferisce l’opzione del noleggio?

“L’offerta include un dispositivo professionale di ultima generazione, la garanzia estesa per tutta la durata del contratto e l’invio dei toner originali per stampare senza limiti.

Le stampanti professionali Brother hanno tutte le funzionalità e caratteristiche professionali che servono in azienda: dimensioni compatte per essere posizionate facilmente su scrivanie o mobiletti, altissima velocità in stampa e scansione, stampa fronte-retro automatica, connessione di rete cablata e wireless, stampa da smartphone o tablet tramite app gratuita, ampio display touchscreen, lettore NFC integrato nel dispositivo e stampa monocromatica o a colori a seconda delle esigenze. Grazie alla loro tecnologia, le stampanti Brother sono ideali anche per alti volumi di stampa.

I toner ad alta capacità consentono di stampare molto più a lungo, senza bisogno di dover cambiare spesso i materiali di consumo, e garantiscono costi di gestione molto contenuti.

Inoltre, viene garantita la massima riservatezza per i tuoi documenti in stampa, nel rispetto della normativa europea sulla privacy GDPR, e la protezione dagli attacchi informatici grazie ai linguaggi criptati e alle funzioni di sicurezza Brother, come la funzione SecurePrint+ grazie a card NFC preconfigurate dall’amministratore di sistema.

La garanzia Premium copre il funzionamento della macchina e il ripristino per tutta la durata del contratto (manodopera e sostituzione componenti incluse), con la consegna automatica dei toner nella sede del cliente. Per le aziende è poi attivo il programma di riciclo toner Brother, che offre il ritiro gratuito, tramite corriere autorizzato certificato, delle cartucce di toner originali non ricondizionate. In questo modo saranno smaltite in modo corretto”.

Perché scegliere di noleggiare proprio apparecchi Brother?

“Assistenza, manutenzione e garanzia sono compresi nel canone di noleggio. Il noleggio Brother assicura il corretto funzionamento della macchina e il ripristino per tutta la durata del contratto, con la consegna automatica dei toner nella sede del cliente. Gli interventi di assistenza tecnica sono compresi nell’offerta noleggio Brother. Potrai sempre beneficiare di un’assistenza tecnica professionale e competente. Inoltre, su alcuni dispositivi di stampa Brother, è possibile installare un software di monitoraggio che invia un alert in caso di anomalie tecniche o toner in esaurimento permettendoci di intervenire il più rapidamente possibile senza causa fermi macchina e ridurre la produttività aziendale”.

Un importante risvolto è anche quello dell’impatto ambientale, una tematica che sta diventano finalmente sempre più rilevante. Perché il noleggio favorisce la riduzione dell’impatto della stampa sull’ambiente?

“Con il noleggio Brother la tua azienda non ha oneri di smaltimento.
Oggi le aziende devono rispettare numerosi regolamenti riguardanti lo smaltimento sicuro e sostenibile di beni tecnologici obsoleti. Con il noleggio Brother lo smaltimento di stampanti, multifunzione e materiali di consumo è carico dell’azienda che mette a disposizione i dispositivi.

Per le aziende è infatti attivo il programma di riciclo toner Brother, che offre il ritiro gratuito, tramite corriere autorizzato certificato, delle cartucce di toner originali non ricondizionate. In questo modo saranno smaltite in modo corretto, sollevando l’azienda dalla gestione e dai relativi costi di smaltimento”.

Il noleggio ha risentito dello scenario globale nel quale siamo calati. Le nuove modalità di lavoro favoriscono o no il noleggio? Cosa avete visto a partire dallo scorso anno da questo punto di vista?

“Lo scenario pandemico contingente ha rivoluzionato le abitudini lavorative e personali di tutti: aziende che hanno meno dipendenti in presenza, applicazione dello smart working su larga scala e DAD hanno inciso in maniera significativa su tutti i nuclei familiari e lavoratori a tutti i livelli. Abbiamo verificato che il noleggio è ancora la modalità più diffusa per implementare i processi di stampa e archiviazione documentale in azienda e non ha subito impatti.

Non solo: l’offerta Brother Pagine+ prevede il noleggio anche per solo un singolo dispositivo di stampa, tipicamente da remoto in smart working ed è assolutamente integrabile al contratto di noleggio già presente in azienda. Questa funzione smart ha permesso a molte aziende di integrare nel parco stampanti anche i dispositivi dei singoli dipendenti che hanno necessità di una stampante a casa, garantendo la stessa assistenza, gli standard qualitativi e la stessa sicurezza come se fossero in ufficio”.

Quali sono invece i margini di crescita per il noleggio che prevedete per quest’anno e che obiettivo si è posta Brother?

“Il noleggio di periferiche di stampa e scansione è una buona pratica che molte aziende stanno implementando anche per le loro sedi distaccate o per i vari negozi sparsi sul territorio per garantire sicurezza, affidabilità ed assistenza anche ai dispositivi decentralizzati.

La strategia di Brother è quella di continuare ad investire su questo strumento fondamentale per ogni azienda e specializzarsi in soluzioni personalizzate per specifici ambiti di applicazione, come ad esempio il mercato Finance, dove abbiamo ottenuto la certificazione Cedacri, considerata lo standard di settore. Inoltre la nostra formula flessibile di servizio di stampa gestita mette al centro le esigenze del cliente, quindi possiamo fornire soluzioni personalizzate per ogni esigenza in molti ambiti applicativi”.

Il ruolo del canale invece qual è? Come lo attrezzate per proporre questo modello di offerta?

“La politica commerciale di Brother è quella di fornire le soluzioni e le periferiche ai nostri partner commerciali certificati sul territorio in modo che questi a loro volta possano garantire l’assistenza e la vicinanza al cliente, tipica del nostro DNA.

Attraverso un nuovo programma di canale lanciato lo scorso anno, tutti i partner certificati Brother sanno che possono contare su assistenza commerciale, tecnica e supporto marketing di altissimo livello, per soddisfare le esigenze dei clienti più esigenti.

I professionisti commerciali Brother seguono il canale in maniera peculiare ed esaustiva per supportarli nelle trattative più complesse e fornire la corretta soluzione per ogni singola esigenza. La garanzia inclusa dei nostri prodotti professionali mette al riparo i clienti da ogni difficoltà e garantisce loro la continuità produttiva e di business”.