Cartucce contraffatte_contraffazione - Cartucce originali

Se si devono acquistare delle cartucce per la propria stampante, a quali varianti si può far riferimento?

Oltre alla canonica distinzione tra cartucce di inchiostro nero e cartucce per stampe a colori, le classiche cartucce contenenti i 3 colori “fondamentali” (ciano, magenta e giallo) da cui la periferica riesce a ricavare le più diverse tonalità, questi consumabili possono essere distinti in due grandi categorie: quella delle cartucce originali e quella delle cartucce compatibili. Di cosa si tratta esattamente?

Per rispondere a questa domanda, cerchiamo di fare un esempio pratico, immaginando di doverci procurare delle cartucce per una stampante di uno dei brand più noti, ovvero Epson.

Se si possiede una stampante Epson bisogna acquistare cartucce del medesimo marchio

Epson, come tutte le altre aziende che producono stampanti, propone in commercio anche delle cartucce, le quali presentano delle caratteristiche uniche nel loro genere che le rendono utilizzabili esclusivamente nelle stampanti del medesimo marchio.

Al contrario di quanto si potrebbe pensare, infatti, le cartucce non hanno dimensioni standard per tutti i marchi, di conseguenza se si possiede una stampante Epson non sarà di certo possibile utilizzare, al suo interno, delle cartucce HP o di qualsiasi altro competitor.

Quando si parla di cartucce originali, quindi, si fa riferimento a quelle proposte dal medesimo brand che ha prodotto la stampante, in questo caso Epson, ma esistono delle alternative? La risposta è affermativa: l’alternativa alle cartucce originali corrisponde proprio alle cartucce compatibili.

Questo tipo di prodotti sono ormai molto diffusi, e-commerce specializzati come La Mia Stampante, infatti, dedicano intere sezioni alle cartucce compatibili Epson, scopriamo quindi di cosa si tratta.

L’alternativa: acquistare cartucce compatibili Epson

Le cartucce compatibili non sono prodotte da Epson, dunque non possono essere definite dei prodotti originali, ciò non significa tuttavia che non possano essere utilizzate nelle stampanti di questo marchio: le cartucce compatibili sono infatti prodotte da altre aziende proprio perché possano essere utilizzate nelle stampanti Epson.

È utile chiarire subito che questo non ha niente a che vedere con la contraffazione, tantomeno è da considerarsi un qualcosa di eticamente scorretto a livello commerciale: si tratterebbe di una pratica scorretta qualora le cartucce fossero impropriamente presentate come un prodotto Epson, ma non è questo il caso, dato che questi prodotti sono presentati per ciò che sono, ovvero come cartucce compatibili.

Se da un lato, dunque, ogni azienda produttrice di stampanti segue i propri standard commercializzando sia stampanti che consumabili, dall’altro non può essere vietato ad altre società di produrre cartucce che possano essere utilizzate in specifiche stampanti quali possono essere quelle Epson.

Le cartucce compatibili sanno garantire risparmio e qualità

Se ci si chiede perché acquistare delle cartucce compatibili, la risposta è individuabile in ragioni economiche: queste cartucce infatti hanno sempre un prezzo inferiore rispetto a quelle originali, e ciò vale sia per i prodotti Epson che per quelli di qualsiasi altro brand, di conseguenza optando per questi prodotti ci si può assicurare un risparmio non da poco, soprattutto in un’ottica di lungo periodo, o comunque se si consumano quantità di inchiostro importanti.

La convenienza legata all’utilizzo di cartucce compatibili sa quindi essere preziosa sia per quel che riguarda gli usi domestici che quelli aziendali o professionali.

Si potrebbe esser portati a credere che le cartucce compatibili siano un prodotto “cheap”, ma in realtà non è affatto così: ovviamente in commercio ci sono prodotti e prodotti, di conseguenza non si può generalizzare, tuttavia le cartucce compatibili sanno in genere offrire livelli qualitativi più che soddisfacenti, soprattutto se le si acquista da e-commerce blasonati quale quello citato in precedenza.