Come EcoStruxure IT genera valore analogo per i partner e i clienti APC

Scoprilo in un webinar gratuito il 6 novembre

Con la rapidissima migrazione al cloud, sono naturalmente molte le domande che i clienti si pongono in merito alle risorse che ha senso spostare nel cloud e quando effettuare tale trasferimento. Per approdare a questa decisione, i clienti hanno bisogno di sapere quale sarà l'effetto di tale passaggio sull'infrastruttura esistente.

Oltretutto, i clienti si pongono ancora degli interrogativi in merito all'infrastruttura e al software on-premise. Quali elementi sono ancora supportati e quali sono prossimi al termine? Di recente, abbiamo visto i clienti alle prese con la sfida riguardante la fine del ciclo di vita di Windows XP, con la fine dell'assistenza generale per vSphere 5.1, che ha avuto luogo nell'agosto 2016, e per concludere con VSphere 5.5, che ha subìto la medesima sorte nell'agosto 2018.

Con il lancio di EcoStruxure IT, APC by Schneider Electric sta mettendo i partner nelle condizioni di gestire tali eventi e molto altro ancora. EcoStruxure IT è un'architettura basata su cloud in grado di fornire intelligence basata su informazioni fruibili relative ai clienti e che consente ai partner di valutare, monitorare, gestire, modellare e pianificare le infrastrutture IT dei propri clienti.

Come funziona:

I clienti effettuano semplicemente il download del gateway software che entro pochi minuti rileva automaticamente tutti i dispositivi presenti sulla rete. In seguito, esegue il feed dei dati dai dispositivi alla piattaforma cloud gestita da APC by Schneider Electric. È semplicissimo.

L'aspetto interessante è che i dati di tutti i clienti confluiscono all'interno di un Data Lake in cui vengono combinati con le informazioni di diversi altri clienti. Tali informazioni non riguardano unicamente l'infrastruttura del Data Center, in quanto Schneider Electric può accedere a tutti i tipi di dati sulle infrastrutture civili, tra cui consumo di energia elettrica, efficienza di raffreddamento e molto altro ancora. Attraverso l'applicazione dell'intelligenza artificiale e dell'apprendimento delle macchine, è possibile approdare a conclusioni consapevoli riguardo alle prestazioni previste dei diversi componenti in base alle esperienze di altri clienti inclusi nel Data Lake.

I partner ricevono inoltre informazioni dettagliate sugli ambienti dei loro clienti, consentendo quindi di fornire intelligence basata su informazioni fruibili relative ai clienti. In questo modo i partner possono aiutarli a capire qual è il metodo migliore per organizzare i loro Data Center e a individuare la soluzione economicamente vantaggiosa in vista di una crescita. Ne sono esempi i vantaggi a livello di costo derivanti dalla migrazione nel cloud di una determinata applicazione, incluse le ripercussioni per l'infrastruttura lasciata alle spalle nel Data Center, considerando tutte le implicazioni in termini di sistemi di alimentazione e raffreddamento. In alcuni casi, i partner possono ritenere economicamente più vantaggioso che alcune applicazioni rimangano on-premise, spiegando puntualmente i motivi di questa decisione.

Analogamente, EcoStruxture IT può aiutare i clienti a individuare i sistemi che a breve non usufruiranno più del servizio di assistenza e di determinare quali saranno le conseguenze. Ad esempio, è possibile che alcuni server che eseguono vSphere 5.5 non siano in grado di eseguire vSphere 6.5. I partner potranno quindi spiegare ai clienti qual è il numero esatto di server da aggiornare, collaborare con loro per pianificare le spese, aiutandoli a dimensionare correttamente l'ambiente, fino a individuare i rack, le unità di distribuzione dell'alimentazione (PDU) migliori e così via.

In breve, EcoStruxure IT consente ai partner di sostenere discussioni convincenti con i clienti. Al tempo stesso, il software fornisce maggiori ricavi provenienti da vendite indotte, mettendo i partner in una posizione di vantaggio per ordinare le apparecchiature e il software necessari che sono stati individuati mediante l'analisi. Considerata la rapidità con cui EcoStruxure IT è in grado di fornire risultati significativi, i partner sperimenteranno anche cicli di vendita ridotti.

EcoStruxure IT è un modello SaaS che dispone di tre opzioni di acquisto: costo mensile o annuale e valutazione unica. La valutazione consiste in un contratto durante il quale EcoStruxture IT raccoglie i dati sull'ambiente del cliente e li utilizza per fornire un report contenente le modifiche o gli aggiornamenti consigliati. Questa fase è ottima per i clienti, perché consente loro di fornire un saggio dell'offerta, o per i partner che desiderano semplicemente utilizzarla come metodo per la vendita di hardware e software. In alternativa, i pacchetti mensili e annuali forniscono ai partner flussi di ricavi ricorrenti e una panoramica coerente degli ambienti del cliente per poter offrire costantemente consigli e assistenza.

Sono attualmente disponibili i componenti per la raccolta, l'analisi e l'ottimizzazione dei dati, insieme a un portale per i partner, mentre nel corso del 2018 verranno rilasciati moduli aggiuntivi per le attività di analisi e monitoraggio. Entro la fine dell'anno, tutte le operazioni che i clienti possono attualmente eseguire con un'appliance StruxureWare on-premise saranno disponibili nel cloud direttamente da EcoStruxure IT.

Provate EcoStruxure IT approfittando della versione di valutazione gratuita di 30 giorni e della demo del software e cogliete l'opportunità di vincere la vacanza di una vita monitorando ed eseguendo valutazioni dell'infrastruttura IT dei vostri clienti con il concorso "Gateway to Getaway". 

Per ulteriori informazioni su EcoStruxure IT e su come può aiutare i vostri clienti e il vostro business, visitate la pagina delle nostre soluzioni.

I fornitori di soluzioni IT sono pronti per far decollare il loro business con il software DCIM basato su cloud

Non è certo un segreto che la capacità di adattamento e di crescita è fondamentale per il successo del canale informatico. I fornitori di soluzioni IT, ad esempio, hanno colto velocemente l'opportunità di vendita rappresentata dai gruppi di continuità (UPS) quando era in crescita il mercato dei server dei gruppi di lavoro. Analogamente, le opportunità di vendita sono cresciute ancora di più quando APC by Schneider Electric ha introdotto l'infrastruttura fisica e le soluzioni di gestione del Data Center, aggiungendo rack di apparecchiature e altri componenti al crescente numero di dispositivi IT destinati alle sale server e IT.

Mentre i fornitori di soluzioni IT e di canale continuano la loro evoluzione e sono alla ricerca di metodi innovativi per aumentare il valore che apportano agli utenti finali, una parte importante del nostro ruolo in APC consiste nel generare innovazione e fornire loro il supporto necessario nel momento in cui introducono soluzioni nel mercato.

Opportunità di crescita per i fornitori di soluzioni IT

Mentre per molti fornitori di soluzioni IT i dispositivi IT e di rete hanno fornito la strada più rapida per la generazione di ricavi, le opportunità di vendita rappresentate dall'infrastruttura fisica, tra cui alimentazione, raffreddamento e apparecchiature, si sono rivelate una fonte di entrate aggiuntive particolarmente apprezzata. Tanto che alcuni fornitori ne hanno fatto il fulcro della loro attività passando così alla progettazione di Data Center e alla creazione di servizi.

Tenendo fede a questo pensiero, di recente ho fatto un viaggio per incontrare molti dei nostri partner negli Stati Uniti. Ritengo sia importante organizzare un incontro faccia a faccia come questo perché consente di ottenere un prezioso feedback sui nostri prodotti, sulle soluzioni e sui programmi da parte di coloro che si guadagnano da vivere proponendone la vendita ai clienti finali. Il tempismo del viaggio è stato importante poiché gran parte delle apparecchiature IT tradizionalmente fornite tramite il canale è stata trasformata in commodity, rendendo quindi più difficili le possibilità di guadagno e gestione di un'attività.

Avevo quindi stilato un programma per questa serie di incontri: era infatti mia intenzione valutare il grado di apertura verso la nuova fase della nostra attività, ovvero il passaggio alle offerte As-A-Service. In particolare, volevo soffermarmi su come l'introduzione di EcoStruxure IT, la nostra offerta DMaaS (Data Center Management as a Service) per la gestione dei Data Center e gli ambienti di edge computing potesse risultare vantaggiosa per i nostri partner.

Opportunità DCIM basata su cloud

L'offerta DCIM basata su cloud potrebbe rappresentare uno strumento rivoluzionario per i fornitori di soluzioni IT. Si spera sempre che i clienti condividano il proprio entusiasmo, e sono lieto di poter dichiarare che ne hanno in abbondanza. Benché sarebbe forse troppo azzardato dire che possono facilmente intravedere un percorso per diventare a tempo debito Managed Service Provider (MSP), per i nostri partner è stato facile cogliere gli ulteriori vantaggi legati alla fornitura di servizi a valore aggiunto.

Infatti, i dati provenienti dall'installazione delle soluzioni DMaaS possono costituire il fondamento di un'ampia gamma di proposte di servizi, dal monitoraggio dell'energia e dagli allarmi intelligenti, fino all'intelligence basata su informazioni fruibili, al benchmarking e all'analisi predittiva. Ciascuno di questi aspetti non solo può migliorare la gestione e l'affidabilità dei Data Center e degli ambienti periferici, ma anche far risparmiare i clienti e ridurre i rischi associati alla dipendenza aziendale dall'IT.

Il feedback che ho ricevuto dai miei incontri è stato molto positivo: ritengo che i nostri partner abbiano apprezzato questo processo collaborativo come metodo interattivo e produttivo attraverso cui stimolare la creazione di nuove idee e lo sviluppo del business. È un aspetto che abbiamo intenzione di integrare nel nostro servizio di supporto e assistenza quotidiano destinato ai fornitori di soluzioni IT introducendo nel prossimo futuro i Customer Success Manager (CSM).

Guardando al futuro, è presente una sempre maggiore richiesta di soluzioni in grado di creare certezza in un mondo connesso per i clienti finali. Quando abbiamo presentato le soluzioni di nuova generazione, i nostri partner hanno apprezzato il fatto di essere venuti a discutere con loro di questo imminente progresso; addirittura uno di loro ha dichiarato di avere già un cliente a cui potrebbe presentare queste innovazione fin da subito. A tale scopo, stiamo collaborando con loro per organizzare un evento formativo per gli utenti finali.

Esplorare l'opportunità DMaaS

Se desiderate ricevere ulteriori informazioni sull'offerta DMaaS e sui vantaggi che potrebbe generare per voi e per i vostri clienti, visitate il nostro sito sulle risorse DMaaS dove potrete accedere ad altre informazioni, inclusi case study e blog. Potete anche contattarmi tramite LinkedIn, poiché desidero tenere viva la conversazione sull'argomento.

Il DCIM basato su cloud consente ai fornitori di soluzioni IT di offrire nuovi servizi 

Il trend verso l'Everything as a Service all'interno del settore IT sta innescando un processo di innovazione nella nostra community di fornitori di soluzioni IT. Come per qualsiasi altro cambiamento, alcuni dei nostri partner rischiano il tutto per tutto riposizionandosi come Managed Service Provider (MSP). Tuttavia, per la maggior parte di loro, adottare un approccio più conservativo consiste nel fornire servizi aggiuntivi nel passaggio del business al digitale.

Rispondere alle esigenze delle applicazioni mission-critical

Ciononostante, le decisioni che riguardano queste transizioni rappresentano un fattore critico in termini di tempo. La tendenza verso l'edge computing, unitamente alla proliferazione degli ambienti IT distribuiti, dipendono dai requisiti di latenza, larghezza di banda e resilienza di molte applicazioni mission-critical che non si prestano a essere ospitate utilizzando i servizi cloud.

Al tempo stesso, i clienti affrontano la sfida di dover gestire questi carichi critici in ambienti on-premise. Esistono limiti di risorse: molti degli ambienti in cui vengono ospitate queste applicazioni, infatti, sono sale server e armadi informatici, non progettati per l'alta disponibilità. Inoltre, la loro natura distribuita rappresenta un potenziale incubo logistico per l'organizzazione di assistenza.

Nell'ultimo decennio, all'interno dei Data Center aziendali più grandi, le sfide legate al monitoraggio e alla gestione dell'infrastruttura sono state brillantemente superate grazie all'utilizzo del software DCIM on-premise. Tuttavia, anche se negli ambienti più piccoli l'utilizzo del DCIM risulterebbe indubbiamente utile, il costo e la complessità di implementazione ne rendono comunque difficile la scelta. L'introduzione delle soluzioni DMaaS (Data Center Management as a Service) basate su cloud consente di superare queste criticità.

Definizione dei livelli di monitoraggio dell'infrastruttura

Una domanda ricorrente che mi viene rivolta durante gli incontri con i fornitori di soluzioni IT riguarda i livelli di monitoraggio dell'infrastruttura fisica del Data Center che è possibile fornire utilizzando soluzioni DMaaS come EcoStruxure IT e in che modo è possibile offrirli come servizi a valore aggiunto per i clienti finali. In parole povere, la connessione delle apparecchiature al cloud consente ai fornitori di soluzioni di fornire ai clienti informazioni a posteriori, dettagliate e avvedute sulle prestazioni dell'infrastruttura.

Per intenderci, esistono tre livelli di monitoraggio dell'infrastruttura che vengono abilitati tramite DMaaS. Tali livelli sono utili poiché consentono di aiutare in misura crescente i fornitori di soluzioni IT a supportare le infrastrutture dei clienti, utilizzando i dati per fornire informazioni immediatamente fruibili, aumentando così l'affidabilità e la disponibilità:

  • Monitoraggio descrittivo
    Una descrizione forense delle prestazioni fornite dopo l'evento, che spiega cosa è accaduto e quando. Queste informazioni consentono di individuare i componenti che non funzionano correttamente, ad esempio batterie e ventole.
  • Monitoraggio diagnostico
    Dati e allarmi vengono forniti in tempo reale per rispondere in modo rapido alle condizioni che si verificano all'interno dell'infrastruttura.
  • Monitoraggio predittivo
    Lo scopo ultimo consiste nel poter comunicare anticipatamente ai clienti i futuri requisiti in termini di assistenza e sostituzione a livello fisico per scongiurare i guasti, prima che si verifichino.

Opportunità di soluzioni IT per il monitoraggio dell'infrastruttura del Data Center

È ovvio che con un software on-premise i fornitori di soluzioni IT possono semplicemente fornire ai loro clienti una licenza per l'utilizzo del software EcoStruxure IT. Tuttavia, è possibile aggiungere servizi di installazione e messa in esercizio per la connessione delle apparecchiature al cloud e garantire il funzionamento del sistema. Una volta che i dati iniziano a fluire, possono gettare rapidamente le basi per opportunità in grado di generare rendite annue. Ad esempio, è possibile aggiungere ai contratti di assistenza in essere servizi di monitoraggio dell'energia in modo da creare valore aggiunto per il cliente e per il fornitore di soluzioni IT. Scoprite come Vology, fornitore di soluzioni gestite, è riuscito a creare servizi di gestione dell'energia efficaci all'interno del suo portafoglio.

Quando si ha a che fare con i dati vale la pena essere strategici e capire in anticipo che cosa è necessario raccogliere per raggiungere gli obiettivi dei clienti: una buona pratica suggerisce che i fornitori di soluzioni IT concordino in anticipo quali dati raccogliere. Ad esempio, se la continuità operativa rappresenta un problema, i dati target per la raccolta devono provenire dai sistemi di monitoraggio dell'alimentazione e dai gruppi di continuità (UPS).

Il vantaggio del cloud è che questi dati, una volta resi anonimi, possono essere utilizzati insieme a migliaia di altri feed di dati per valutare se le apparecchiature dell'infrastruttura fisica funzionano come dovrebbero in determinate condizioni ambientali. In termini di manutenzione, ciò consentirà di passare da programmi di riparazione e basati sulle condizioni a servizi proattivi capaci di garantire la continuità.

Il nuovo strumento di monitoraggio basato su cloud cambia le condizioni per i fornitori di soluzioni IT

La maggior parte dei fornitori di soluzioni IT di successo sono esperti nel far crescere la propria base clienti senza dover assumere altri tecnici, peraltro difficili da trovare. Riescono quindi a mantenere un livello di soddisfazione elevato dei clienti attraverso un supporto tecnico di qualità superiore, senza dover sostenere spese di viaggio e straordinarie. Una nuova offerta di assistenza Schneider Electric basata su cloud, denominata EcoStruxure IT for Partners, ora consente ai fornitori di soluzioni IT di ottenere in remoto nuova visibilità e informazioni dettagliate sull'infrastruttura IT distribuita dei clienti, oltre che sui sistemi alimentazione e raffreddamento in uso. Non è più necessario effettuare diverse chiamate in sede per comprende il motivo per il quale si sta verificando un problema.

In effetti, il monitoraggio remoto si è imposto come valore aggiunto fondamentale per gli utenti finali. Tuttavia, molti fornitori di soluzioni IT hanno riscontrato difficoltà nella gestione dei carichi di lavoro del personale per soddisfare le esigenze dei clienti attraverso il monitoraggio tradizionale. Ora, poiché la soluzione EcoStruxure IT for Partners funge da strumento DMaaS (Data Center Management as a Service), per i fornitori di soluzioni IT è facile aggiungerla alle offerte di assistenza proposte. La soluzione EcoStruxure IT for Partners, recentemente presentata all'evento Xchange 2018 svoltosi a San Antonio, Texas (Stati Uniti), si dimostrerà una risorsa straordinaria per la generazione di profitti ricorrenti derivanti dai servizi.

Il nuovo strumento è basato sulla piattaforma DCIM (Data Center Infrastructure Management) Schneider Electric EcoStruxure IT Expert. Questa applicazione di monitoraggio basata su cloud consente ai fornitori di soluzioni IT di offrire un servizio di monitoraggio remoto generato da dati in tempo reale che consente di fornire consigli predittivi, riducendo il tempo medio per la riparazione e il miglioramento della disponibilità del sistema.

La piattaforma offre ai fornitori di soluzioni IT un metodo più semplice per fornire servizi di monitoraggio IT ai propri clienti. A loro volta, i clienti beneficiano di costi operativi inferiori e di un minor numero di tempi di inattività non programmati. La complessità insita nella necessità di utilizzare soluzioni DCIM locali viene eliminata attraverso una semplice connessione di rete che consente di raccogliere i dati su più siti dei clienti.

Semplificare gli UPS e gli altri servizi di monitoraggio

Come soluzione basata su cloud, EcoStruxure IT for Partners consente ai fornitori di soluzioni IT di offrire ai clienti il monitoraggio dei gruppi di continuità (UPS) e altri servizi. La relazione con il cliente non deve più interrompersi dopo l'acquisto di un UPS o di un'altra soluzione per l'infrastruttura di alimentazione e raffreddamento. Attraverso l'offerta di un servizio di monitoraggio che verifica costantemente l'integrità degli UPS e degli altri sistemi presenti all'interno del Data Center, e che genera previsioni accurate sui possibili guasti, i potenziali problemi vengono risolti prima ancora che si verifichino tempi di inattività imprevisti.

EcoStruxure IT for Partners è una soluzione indipendente dal fornitore ed è in grado di monitorare l'infrastruttura IT di qualsiasi fornitore. Può essere eseguita su un dispositivo mobile e consente ai clienti e ai fornitori di servizi di monitorare le infrastrutture in qualsiasi parte del mondo e di diagnosticare eventuali problemi.

EcoStruxure IT per un Data Lake approfondito

Anche la diagnostica della base installata del cliente diventa sempre più precisa con il passare del tempo. È il motivo per cui EcoStruxure IT analizza i dati non solo del sito di un singolo cliente, ma di centinaia di essi. I dati anonimi di tutti i clienti EcoStruxure IT confluiscono in un Data Lake centralizzato. Da qui, gli algoritmi intelligenti confrontano i dati provenienti dal sito di un determinato cliente con i dati di altri siti che presentano infrastruttura e attributi analoghi, incluse le installazioni dello stesso settore verticale.

Il Data Lake mette a disposizione una fonte di dati di benchmarking e consente a EcoStruxure IT di individuare il punto in cui un componente specifico dell'infrastruttura non funziona correttamente rispetto a un'altra infrastruttura analoga. Piuttosto che identificare un problema dopo che si è verificato, agevola la manutenzione predittiva, avvisando le parti interessate quando il componente di un'apparecchiatura mostra segni di guasto imminente. Vengono quindi forniti suggerimenti sulla possibile soluzione da adottare per risolvere il problema.

Ulteriori vantaggi per i fornitori di soluzioni IT e i clienti

La soluzione EcoStruxure IT Expert è altamente scalabile e conveniente nel prezzo. Per i fornitori IT che non generano ancora ricavi dai servizi gestiti, è una piattaforma rivoluzionaria che apre la strada verso l'espansione del business e una maggiore redditività. Questo approccio proattivo offre ai clienti la tranquillità e la certezza in un mondo connesso. I clienti usufruiscono di una maggiore efficienza operativa poiché i fornitori di soluzioni IT li aiutano a evitare problemi che potrebbero causare tempi di inattività. Anche i costi operativi sono ridotti, dal momento che il personale dedica meno tempo alla manutenzione programmata e alla riparazione dei guasti ad hoc. Il lavoro si trasforma invece in un modello di manutenzione meno costoso e più predittivo, in cui i problemi vengono risolti ancor prima di causare guasti.

Per i fornitori di soluzioni IT non c'è mai stato momento più propizio di quello attuale per aggiungere servizi al loro portafoglio di soluzioni. Visitate la pagina della soluzione EcoStruxure IT for Partners per ulteriori informazioni su come la nuova piattaforma EcoStruxure IT for Partners può favorire la crescita aziendale mediante l'aggiunta di nuovi servizi.

Se sei interessato segui anche il webinar del 6 novembre!