Negli ultimi sei anni l’attività di servizi a valore aggiunto agli operatori è cresciuta del 3000%

business partner

Negli ultimi 10 anni, Kaspersky ha sviluppato la propria attività per fornire servizi a valore aggiunto agli operatori (xSP). Ciò ha comportato la collaborazione con diversi partner in tutto il mondo, compresi i principali operatori globali e nazionali.

Negli ultimi sei anni, l’attività xSP di Kaspersky è cresciuta del 3000% e ora equivale a circa il 10% delle vendite B2C globali dell’azienda.

Il numero sempre maggiore di servizi disponibili online spinge i provider a interessarsi a un modello basato su abbonamento per rispondere alle esigenze di sicurezza dei clienti.

Questo modello ha portato gli operatori e i provider non solo a vendere i loro prodotti, ma anche a occuparsi della protezione dei clienti, creando una solida relazione di fiducia tra la loro attività e gli utenti, oltre a migliorare la loro sicurezza complessiva contro qualsiasi potenziale violazione dei dati.

Il Kaspersky Value Added Services per xSP è una delle parti più importanti del business. Il servizio comprende la creazione di partnership con fornitori di servizi Internet, operatori di telefonia mobile, banche, compagnie assicurative, fornitori di servizi finanziari e la comunità gaming e, in ultima analisi, con enti che forniscono in generale servizi online a clienti o abbonati.

Kaspersky ha collaborato con oltre 450 partner diversi in tutto il mondo, tra cui i principali operatori globali e nazionali. Nell’ambito di queste partnership, Kaspersky fornisce prodotti B2C e B2B in abbonamento ai clienti degli operatori, aiutandoli a incrementare i ricavi soddisfacendo le richieste degli utenti per una maggiore sicurezza informatica.

Dopo aver avviato questo segmento di business dieci anni fa, Kaspersky ha trasformato i propri prodotti e le sue tecnologie in proposte di valore per ogni singolo progetto, sperimentando nuovi approcci. Nel corso dell’ultimo decennio, l’azienda ha dimostrato una solida crescita sostenuta da un continuo aumento delle vendite in tutte le aree geografiche, che si traduce in una quota del 10% delle vendite B2C globali dell’azienda.

Non più solo prodotti per la protezione di pc e device mobili

Più di recente, oltre ai “classici” prodotti per la protezione di PC e dispositivi mobili, è stato riscontrato un maggiore interesse da parte dei partner per la soluzione Kaspersky Safe Kids prodotto dall’azienda, che aiuta a proteggere i bambini mentre sono online.

Attualmente, inoltre, il canale xSP è uno dei principali fattori che contribuisce al successo complessivo di questo prodotto.

Come riferito da un entusiasta Eugene Kaspersky, CEO dell’azienda: «Siamo davvero lieti e orgogliosi che il nostro business xSP sia in crescita. Abbiamo osservato indicatori molto positivi negli ultimi sei anni e consideriamo questa parte dell’azienda come un driver strategico fondamentale. Durante questo periodo, siamo riusciti a costruire un canale globale per la promozione di soluzioni di sicurezza informatica attraverso le società di telecomunicazioni. Le nostre partnership offrono agli operatori diversi vantaggi, come un’elevata redditività, comodi strumenti di personalizzazione dei prodotti, un’ampia gamma di soluzioni e un marketing collaborativo».

Secondo quanto riferito da Alexey Gromyko, Head of Value Added Services for Operators / xSP: «Condividiamo con piacere la nostra esperienza e le nostre tecnologie con le aziende che si occupano di servizi a livello nazionale per la miglior prestazione di sicurezza disponibile. Il successo deriva dalla sinergia tra il team di esperti di progetto, il nostro team xSP, e operatori, che trovano insieme soluzioni per le esigenze del progetto e le vendite regionali».

xSP è solo uno dei servizi dell’ampio portfolio che Kaspersky offre ai partner.

Per soddisfare le richieste dei partner, Kaspersky sta ampliando la propria linea di prodotti per i Managed Service Provider (MSP), che nel 2019 si riflette in una crescita del segmento del 57% rispetto all’anno precedente.

Questo modello assicura che i clienti finali non ricevano solo un prodotto da uno dei nostri partner, ma un servizio IT pronto all’uso. Si tratta di una delle tendenze chiave del mercato IT e il modello MSP è il più popolare nei mercati sviluppati, tra cui il Giappone e i paesi dell’Europa occidentale e del Nord America.

L’azienda aiuta i partner ad aumentare e migliorare i loro servizi di sicurezza informatica offrendo soluzioni chiave, come Kaspersky Endpoint Detection and Response e Kaspersky Sandbox, oltre alla linea di prodotti aziendali di Kaspersky.

All’inizio di quest’anno, l’azienda ha lanciato Kaspersky License Management Portal che fornisce agli MSP e ai rivenditori un’unica piattaforma per ordinare e gestire tutti i loro abbonamenti Kaspersky in un unico luogo.

Per Veniamin Levtsov, Vice President Corporate Business di Kaspersky: «I nostri partner hanno ambizioni strategiche per supportare i loro clienti B2B tramite abbonamenti e un modello MSP. Crediamo che il contributo degli operatori di telefonia mobile alle vendite B2B aumenterà notevolmente, soprattutto grazie alla crescente attrattiva dei modelli di abbonamento per licenze brevi, che offrono flessibilità. Si prevede che i partner xSP saranno sempre più coinvolti nella fornitura dei propri servizi e si rivolgeranno ai clienti finali dei servizi di protezione gestiti da Kaspersky».

A partire dal 2014, Kaspersky organizza il suo summit annuale xSP per i partner dell’azienda, offrendo uno spazio per il networking e avviando delle discussioni aperte sui prodotti futuri, le tecnologie e le prospettive di business collaborativo. Nel 2019, la conferenza ha accolto oltre 100 delegati provenienti da 32 paesi di tutto il mondo, tra cui Italia, Brasile, Germania, Spagna, Corea del Sud, Russia, Stati Uniti e Giappone. Le informazioni sul vertice xSP del 2020 saranno condivise nel corso di quest’anno.