Il CdA di Antares Vision ha approvato il bilancio consolidato e si appresta a passare al mercato principale di Borsa Italiana con le migliori intenzioni

Antares Vision ha reso noto che il Consiglio di Amministrazione ha approvato il bilancio consolidato redatto secondo i principi contabili internazionali IFRS e il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2020, redatto secondo i principi contabili italiani.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Emidio Zorzella, Presidente e Amministratore Delegato di Antares Vision: «Concludiamo positivamente un anno sfidante, che ha richiesto il massimo impegno da parte di tutti noi. Grazie alla resilienza del nostro business model, all’ampiezza del nostro portafoglio di soluzioni tecnologiche e alla flessibilità operativa e finanziaria che ci contraddistinguono, nonché delle persone del nostro team, abbiamo ottenuto importanti risultati, migliorando la marginalità, rafforzando il nostro posizionamento competitivo e consolidando ulteriormente la nostra value proposition. Il 2020 ha fatto emergere chiaramente la necessità urgente di introdurre normative e regolamentazioni rigorose, che rafforzino e garantiscano la sicurezza dei cittadini, anche in relazione alla qualità, all’autenticità e alla sostenibilità non solo dei prodotti essenziali quali farmaci, alimenti, bevande, cosmetici ma più in generale di tutti i prodotti di largo consumo».

Le basi per affrontare la nuova sfida del passaggio su MTA

Proprio nella contingenza della pandemia, Antares Vision ha continuato il suo percorso in coerenza con la propria vision – living technology, for a healthier and safer world – creando e mettendo a disposizione in tempi molto rapidi Track My Health, una piattaforma ideata in collaborazione con Vigilate e figlia del percorso che Antares Vision sta facendo nella Digital Health.

Ancor di più in questo momento di incertezza, è quindi proseguito l’impegno di Antares Vision sul tema della sicurezza e della salute coniugando le tre linee di prodotto: ispezione, tracciabilità e gestione intelligente dei dati. È in questo contesto che si inquadra il percorso di diversificazione strategica e rafforzamento del business già avviato nel 2019 e proseguito nel 2020 con la costituzione delle nuove filiali in Germania e in Cina e con acquisizioni strategiche in Tradeticity, Convel, Applied Vision e degli assets di Adents, oltre all’accordo recentemente siglato per l’acquisizione del 100% di RfXcel.

A ciò si aggiunge la prestigiosa partnership con IMA per lo sviluppo e l’implementazione di soluzioni innovative nell’ambito di progetti specifici, nuovi business, nuovi prodotti, volti a consolidare e potenziare la leadership di entrambe le società su mercati esistenti ed emergenti.

Un’altra tappa importante del percorso di Antares Vision è l’inaugurazione, nell’ottobre 2020, di una nuova sede dell’Innovation Center, che conferma l’impegno del Gruppo nella promozione dell’innovazione come driver imprescindibile per una strategia aziendale sostenibile e competitiva.

I dati consolidati al 31 dicembre 2020

Il Valore della Produzione è pari a 128,3 milioni di euro, sostanzialmente in linea con il 2019 (128,8 milioni di euro). I Ricavi sono pari a 121,0 milioni di euro e si confrontano con 122,4 milioni di euro nel 2019, un risultato soddisfacente, grazie ai benefici del diverso perimetro di consolidamento (avendo FT System contribuito ai risultati 2019 solo per un trimestre), in considerazione dell’estrema eccezionalità dell’esercizio e prova della grande resilienza del Gruppo e della lungimiranza circa l’opportunità di effettuare investimenti strategici.

Il Primo Margine si attesta a 95,9 milioni di euro, +6,8% rispetto a 89,8 milioni di euro nel 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 79,2% (73,3% nel 2019). Il Valore Aggiunto è pari a 75,0 milioni di euro, +10,2% rispetto a 68,1 milioni di euro nel 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 62,0% (55,6% nel 2019). Il significativo miglioramento di entrambi gli indicatori è attribuibile al progressivo incremento della quota di fatturato generato dal software e dall’attività di assistenza post-vendita, che beneficiano di margini più elevati rispetto alle soluzioni di prima installazione; al tempo stesso il lungimirante processo di internalizzazione delle risorse avviato nel 2019 come consapevole investimento per affrontare la crescita attesa nei prossimi anni e che ha, quindi, consentito il minor utilizzo di fornitori esterni, ha comportato una significativa riduzione delle spese di installazione da terzi.

Ciò ha consentito di compensare quasi totalmente l’incremento del costo del personale (+25,1%), correlato alle acquisizioni effettuate e alla politica di assunzioni operata al fine di dotare il Gruppo delle risorse necessarie per affrontare la crescita attesa, portando il Gruppo a generare un Margine Operativo Lordo Adjusted (EBITDA) pari a 29,3 milioni di euro, rispetto a 31,5 milioni di euro nel 2019 (-7,0%), con un’incidenza sul fatturato pari al 24,2% (25,8% nel 2019).

Il Risultato Operativo Adjusted (EBIT) è pari a 25,3 milioni di euro, rispetto a 29,6 milioni di euro nel 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 20,9% (24,1% nel 2019), per effetto di maggiori ammortamenti legati alla capitalizzazione dei costi di sviluppo e ai beni detenuti in leasing contabilizzati secondo il metodo finanziario.

Al di sotto dell’EBIT sono stati classificati anche gli ammortamenti per 1.474 migliaia di euro derivanti dalla Purchase Price Allocation (“PPA”) in relazione alle acquisizioni di FT System avvenuta il 30 settembre 2019 e di Convel avvenuta il 30 giugno 2020.

I dati sopra presentati sono stati depurati da alcune poste straordinarie, costituite dai costi che Antares Vision ha sostenuto per operazioni di acquisizione (2.521 migliaia di euro), dai costi relativi alla riorganizzazione delle sedi in Germania con costituzione di una nuova filiale tedesca (310 migliaia di euro), al saldo di proventi e oneri straordinari (932 migliaia di euro) e all’adeguamento all’Equity Method delle partecipazioni in imprese collegate (86 migliaia di euro).

Il Risultato Netto Adjusted si attesta a 20,1 milioni di euro, rispetto a 19,8 milioni di euro nel 2019, con un’incidenza sul fatturato pari al 16,6% (16,2% nel 2019).

Ai fini della determinazione dell’Utile Netto Adjusted sono stati esclusi anche il mark-to-market degli strumenti derivati e minusvalenze (1.294 migliaia di euro) l’effetto della valorizzazione a fair value dei warrant emessi nel 2019 in occasione dell’aggregazione aziendale con Alp.I (IAS 32) (positivi 303 euro migliaia), le perdite nette non realizzate su cambi (2.771 euro migliaia), nonché il beneficio derivante dal Patent Box per i periodi 2016-2018 (5.664 euro migliaia) e includendo, pertanto, il solo beneficio del 2019 (2.120 euro migliaia).

Nel complesso il Patent Box ha portato un beneficio 7.783 euro migliaia, comportando una riduzione dell’imposizione fiscale media in Italia dal 26% al 18%.

Il Risultato ante Imposte e il Risultato Netto si attestano, rispettivamente a 14,7 milioni di euro (29,0 milioni di euro nel 2019) e 18,2 milioni di euro (21,9 milioni di euro nel 2019).

Il Patrimonio Netto è pari a 135,2 milioni di euro, in significativo miglioramento rispetto a 117,6 milioni di euro nel 2019 e beneficia dell’utile di esercizio.

La Posizione Finanziaria Netta, normalizzata dell’effetto derivanti dalla contabilizzazione a valori di mercato dei warrant e dalla valorizzazione al fair value dei derivati, risulta negativa per 29,2 milioni di euro, rispetto al valore positivo di 15,3 milioni di euro del 31 dicembre 2019. La variazione della Posizione Finanziaria Netta normalizzata risulta essere la combinazione di un free cash flow operativo positivo di 15,5 milioni di euro che ha finanziato l’esborso di 50,0 milioni di euro legato alle acquisizioni di Tradeticity, Convel, Adents e Applied Vision Corporation, oltre che gli investimenti in immobilizzazioni, gli oneri finanziari e gli oneri straordinari monetari.

Il consistente free cash flow operativo si deve all’EBITDA e alla dinamica positiva del circolante che ha beneficiato dell’attenta attività di incasso dei crediti commerciali, nonché del forte aumento degli anticipi da clienti.

Nel corso dell’anno è stata poi raccolta nuova liquidità per circa 71 milioni di euro attraverso l’ottenimento di finanziamenti perlopiù a medio-lungo termine, negoziati con primari istituti di credito a condizioni particolarmente favorevoli grazie all’ottimo rating creditizio di cui gode Antares Vision, al fine di finanziare le acquisizioni del 2020 e possibili altre future operazioni di acquisizione.

Evoluzione prevedibile della gestione di Antares Vision

Le prospettive future di Antares Vision rimangono strettamente dipendenti sia dall’evoluzione della pandemia, sia dalle misure adottate sul piano sanitario e di politica economica, che saranno significativamente influenzate dall’azione dei vaccini e dalla loro efficacia nel contrastare il diffondersi del virus.

In base alle informazioni di natura gestionale attualmente disponibili, nonostante il perdurare della pandemia, ad oggi non si sono manifestate tendenze particolarmente significative nell’andamento della produzione (per esempio nell’evoluzione dei costi e dei prezzi di vendita, nonché nell’andamento delle vendite e delle scorte), in grado di condizionare direttamente l’attività della Società. Sotto il profilo della produzione, Antares Vision non ha registrato particolari criticità in termini di continuità degli stabilimenti produttivi, che sono stati adattati tempestivamente ai protocolli di sicurezza dettati dalle Autorità competenti nel corso dell’esercizio 2020 e continuano a seguire regole rigorose volte alla tutela dei lavoratori e al contenimento dei contagi.

Antares Vision ritiene che l’attuale emergenza sanitaria abbia evidenziato la necessità di introdurre normative e regolamentazioni rigorose in ambito farmaceutico e Food & Beverage e di assicurare la TRUSTPARENCYTM delle filiere produttive, che potrebbe incrementare l’utilizzo della tecnologia per garantire la diffusione di prodotti più sicuri, tracciabili e certificati lungo tutta la filiera, dall’origine al consumatore finale.

Alla luce di quanto sopra esposto, Antares Vision intende intensificare i propri sforzi sullo sviluppo del business, coniugando le tre macro linee di prodotto ispezione, tracciabilità e gestione intelligente dei dati e realizzando i propri valori: Bravery, Energy, Passion and Innovation (“Bepi”).

Questo il contesto per l’ambizioso Progetto di Quotazione

Il passaggio al mercato principale di Borsa Italiana rappresenta per Antares Vision un’opportunità per perseguire i propri obiettivi strategici e si pone in continuità con il percorso intrapreso con la quotazione sul mercato AIM Italia. Negli ultimi anni Antares Vision ha continuato ad accrescere e a diversificare il proprio business, anche mediante acquisizioni strategiche, potenziare le proprie capacità di crescita ed espandere le proprie soluzioni in altri settori, come quello del Food & Beverage oltre che a consolidare la presenza internazionale con l’apertura di nuove filiali. La strada percorsa finora ha permesso alla Società di raggiungere quel livello di maturità tale da poter compiere questo ulteriore passo, allo scopo di creare sempre maggior valore per tutti gli stakeholders.

Il passaggio degli Strumenti Finanziari dal sistema multilaterale di negoziazione AIM Italia al MTA consentirà alla Società di beneficiare di una maggiore liquidità del titolo e, conseguentemente, di un maggiore interesse da parte del mercato e degli investitori istituzionali. Inoltre consentirà una maggiore visibilità sui mercati di riferimento nazionali e internazionali, con conseguenti ulteriori vantaggi in termini di posizionamento competitivo e di ritorno di immagine, anche grazie agli elevati requisiti richiesti in termini di trasparenza, informativa societaria e corporate governance sul mercato regolamentato, in particolare sul segmento STAR.