50 anni di innovazioni

484

Epson celebra il 50° anniversario della sua prima stampante e il 25° della tecnologia di proiezione 3LCD. Perché la società innova da sempre, e lo dimostrano gli oltre 17.890 brevetti unici registrati negli ultimi tre anni

Epson è sinonimo d’innovazione da 50 anni. A dimostrarlo un dato su tutti: la società è presente nella classifica dei “Top 100 Global Innovators” del rapporto Thomson Reuters 2013, con l’indicazione che in tre anni Epson ha registrato 17.890 brevetti unici (oltre 16 al giorno per ciascun giorno dell’anno):
“Siamo orgogliosi – commenta Massimo Pizzocri, amministratore delegato di Epson Italia – di questa eredità e della reputazione di azienda che lavora sull’innovazione. In Epson ci impegniamo a migliorare continuamente i prodotti investendo il 6% del nostro fatturato in ricerca e sviluppo, per creare tecnologie che forniscano un valore unico ai clienti. Il nostro impegno è dar vita a qualcosa che nessuno immaginava sarebbe esistito, che risponda a un bisogno fondamentale non soddisfatto e che rappresenti un significativo passo in avanti nella vita delle persone”.
I primati e le innovazioni di Epson hanno svolto un ruolo importante nel plasmare il mondo in cui oggi viviamo e sono basati su tre tecnologie proprietarie: stampa, proiezione e sensing.

Per quanto riguarda la stampa, la prima stampante della società è stata lanciata nel 1968, la prima e più piccola stampante digitale al mondo. Nel 1994 Epson ha invece introdotto la prima stampante inkjet a colori ad alta risoluzione rendendo possibile per la prima volta la stampa di qualità per tutti. Da lì in poi l’innovazione non si è mai fermata e quest’anno è stata lanciata la nuova gamma di stampanti WorkForce dotata delle testine PrecisionCore.

Relativamente ai videoproiettori, Epson da 25 anni utilizza la tecnologia 3LCD, che offre uguali livelli di luminosità del bianco e dei colori.
Attualmente l’impegno di Epson verso l’innovazione ha portato l’azienda a fare un passo verso nuovi mercati in crescita come quello delle tecnologie indossabili lanciando gli Smart Glasses Moverio BT-200.
Per il prossimo futuro è previsto anche l’arrivo degli orogologi sportivi Runsense GPS e Pulsense, in grado di misurare la frequenza cardiaca, ma soprattutto Epson si apre al mondo delle stampanti 3D con la previsione che la società lancerà la sua prima stampante 3D industriale entro cinque anni.