TTI Europe con l’utilizzo del guanto intelligente per la scansione dei codici a barre di ProGlove risparmia più di 10 ore al giorno

Il guanto intelligente di ProGlove per la scansione dei codici a barre offre facilità d’uso, design ergonomico, affidabilità e robustezza

Il guanto intelligente per la scansione dei codici a barre di ProGlove è in uso da diversi anni presso TTI Europe, società con sede a Maisach, vicino a Monaco di Baviera. Da quando ha implementato gli scanner di codici a barre realizzati da ProGlove, il distributore di elettronica ha migliorato la sua efficienza in termini di produttività grazie alla sua maneggevolezza ergonomica, all’affidabilità e al robusto design industriale. Nel complesso, il tempo risparmiato grazie all’introduzione della scansione semplificata dei codici a barre supera le dieci ore al giorno.

Una partnership che dura dal 2016

L‘impostazione di TTI per le merci in uscita comprende più di 8.000 linee d’ordine con 4.000 pacchi e 100 pallet al giorno – con 250 pallet di merce in entrata quotidianamente. Tutto il processo è controllato da codici a barre, è chiaro quindi che enorme significato possa avere la scansione dei codici a barre in TTI Europe. Per via di questa complessa configurazione, TTI Europe è sempre stata desiderosa di esplorare idee e soluzioni che potessero apportare miglioramenti ed efficienze preziose alle sue operazioni.

ProGlove è stato presentato per la prima volta a TTI nel 2016; “Mentre andavo al lavoro ho sentito parlare del guanto intelligente per la scansione dei codici a barre in un servizio radiofonico”, afferma Michaela Fritz, Director Business Solutions. “La soluzione si è fin da subito rilevata importante per affrontare molte delle nostre sfide. Così ne ho approfondito la conoscenza insieme al nostro reparto IT e subito dopo mi sono rivolta a ProGlove”.

Prima di rivolgersi a ProGlove, TTI si era affidata ai tradizionali scanner di codici a barre mobili. Tuttavia, fin dall’inizio, i limiti di questa tecnologia si sono rivelati notevoli. Gli scanner dovevano essere prelevati prima di ogni scansione e poi rimessi a posto. Inoltre, per alcune aree non è nemmeno stato possibile trovare una soluzione soddisfacente. Ad esempio, i dipendenti gestiscono fino a quattro sollevatori per ordine. Questo richiede un livello di flessibilità che non può essere garantito con i tradizionali scanner mobili. Inoltre, la loro affidabilità non si è dimostrata all’altezza degli standard, perché non essendo stati progettati per il tipico uso di un magazzino hanno subìto rapidamente danni irreparabili.

ProGlove: uno scanner palamare unico

Lo scanner palmare ProGlove presenta invece un approccio completamente diverso: non solo il robusto design industriale ha resistito a tutte le esigenze dettate dell‘ambiente, ma era anche perfettamente compatibile con la gestione del magazzino nel suo complesso. I dipendenti portano sempre il loro scanner su un guanto o sul polso, a seconda delle loro preferenze personali. Se necessario, possono attivarlo con la semplice pressione di un pulsante e possono anche collegarsi facilmente a una nuova postazione di lavoro tramite l’access point e una connessione radio criptata, oppure tramite Bluetooth Low Energy (BLE). Questo non solo mantiene libere le mani dei lavoratori in ogni momento, ma elimina anche le inefficienze e le limitazioni dei vecchi sistemi.

Il progetto è iniziato con un’installazione ProGlove di prova, che è stata rapidamente accettata e apprezzata dai dipendenti. Gradualmente gli altri terminali sono stati poi equipaggiati con la soluzione ProGlove. Oggi, sono 150 i sistemi ProGlove in uso presso TTI Europe nel reparto magazzino e spedizioni. Il guanto intelligente ha fornito un rapido ritorno dell’investimento per TTI. Considerando le 8.000 righe d’ordine che devono essere scansionate, il tempo risparmiato dovrebbe superare le dieci ore al giorno.

“Abbiamo ripagato incredibilmente in fretta l’investimento fatto in ProGlove”, riassume Michaela Fritz con soddisfazione. “Il dispositivo è anche facile da maneggiare, affidabile nell’uso e, soprattutto, più resistente di molte delle soluzioni mobili convenzionali che spesso abbiamo dovuto sostituire dopo soli sei mesi”.