Da Cambium Networks nuove soluzioni ePMP

Le nuove proposte per il Fixed Wireless Broadband offrono ai WISP massimo beneficio dagli investimenti già effettuati

Guardando a una connettività realmente affidabile ed economica, Cambium Networks ha annunciato nuove soluzioni a banda larga ePMP che completano il portafoglio offrendo un nuovo modulo CPE (Customer Premise Equipment) connettorizzato e un access point rugged dotato di sincronizzazione GPS.

Entrambe le soluzioni estendono la piattaforma MU-MIMO di ePMP 3000 e offrono numerose possibilità di implementazione con antenne di terze parti.

Nello specifico, queste novità nella gamma ePMP estendono ulteriormente le opzioni di connettività wireless per i service provider, così come per gli operatori aziendali e industriali che implementano le soluzioni della “Wireless Fabric” di Cambium Networks.

Il mercato dei WISP chiama, Cambium risponde
Cambium Networks dimostra così di comprendere le reali esigenze del mercato WISP e sviluppa di conseguenza nuovi prodotti. La compatibilità con le versioni precedenti e successive della piattaforma ePMP, infatti, aiutano concretamente a pianificare la migrazione verso nuove tecnologie, proteggendo al contempo gli investimenti correnti.

Gli operatori di rete possono inoltre progettare rapidamente i collegamenti ad alta affidabilità con il software gratuito LINKPlanner, per poi monitorare le prestazioni e gestire la rete con il sistema di management end-to-end gratuito cnMaestro.

Come riferito in una nota ufficiale da Sakid Ahmed, Vicepresidente di ePMP Business, Cambium Networks: «Siamo molto soddisfatti del lancio dei nuovi ePMP3000L, F300CSM e F130 sul mercato. Queste estensioni del portafoglio seguite al lancio di ePMP3000, aggiungono realmente flessibilità a fronte delle esigenze dei WISP. Questi prodotti rispondono perfettamente alle richieste degli operatori che cercano soluzioni ad alte prestazioni in un modello di distribuzione a densità ridotta. ePMP offre un agevole percorso di migrazione con piena compatibilità sia verso le soluzioni passate che quelle future, da 802.11n a 802.11ac Wave 2 con 4×4 MU-MIMO, proteggendo gli investimenti mentre lo standard 802.11 continua a evolversi».