HPE, Poly e Citrix in Home Working Italy propongono soluzioni accessibili e sicure, supporto e consulenza per realtà di tutte le dimensioni

hpe

Hewlett Packard Enterprise (HPE), Poly e Citrix uniscono le forze con Computer Gross, Esprinet, Ingram Micro e Tech Data in Home Working Italy, un’iniziativa nata per sostenere le aziende italiane nel percorso di creazione di un’infrastruttura capace di sfruttare le opportunità dello smart working.

Affinché l’attività lavorativa da remoto sia produttiva ed efficace, è infatti necessario che l’azienda garantisca ai dipendenti l’accesso in cloud ai documenti, a strumenti di lavoro condivisi, e l’utilizzo dei propri dispositivi tecnologici con modalità semplici e sicure.

Un risultato ottenibile, ad esempio, grazie alle tecnologie di virtualizzazione del desktop fornite da Citrix e integrate con la soluzione iperconvergente di HPE SimpliVity. Esse consentono infatti di realizzare ambienti desktop che i singoli utenti di una rete aziendale possono visualizzare su qualsiasi device (un computer o un tablet), senza che le risorse a cui essi fanno riferimento (file, immagini, programmi, driver, preferenze) siano fisicamente presenti sul device stesso.

Virtual Apps and Desktop di Citrix fornisce app e desktop virtuali sicuri ai dipendenti attraverso un accesso remoto e riducendo i costi IT. Questa soluzione permette di soddisfare tutte le esigenze aziendali, consentendo a chi lavora i la libertà di farlo da qualsiasi luogo, e distribuendo applicazioni aziendali Windows, Linux e Web o desktop virtuali completi da qualsiasi cloud (pubblico, locale o ibrido) all’interno di un moderno spazio di lavoro digitale.

Per esigenze di questo tipo, soluzioni iperconvergenti come HPE SimpliVity, in cui la tecnologia Citrix è integrata, rappresentano la risposta ideale, consolidando ben 10 dispositivi e applicazioni in un blocco costitutivo semplice e potente per ambienti virtualizzati. Le aziende possono iniziare con pochi nodi e, al crescere degli utenti in Home Working, aggiungere altri blocchi iperconvergenti per scalare il sistema orizzontalmente. HPE SimpliVity include inoltre funzioni integrate di protezione dei dati e gestione incentrata sulle macchine virtuali per semplificare le operazioni quotidiane

“In un momento così eccezionale come quello che stiamo vivendo, emerge con forza quanto le opportunità dello smart working possano essere fondamentali per garantire operatività ed efficienza alle aziende. Emerge però altrettanto chiaramente quanto queste, per poter funzionare, abbiano bisogno di infrastrutture tecnologiche valide, sicure e di facile gestione, di cui però tante realtà italiane, specie quelle di medie e piccole dimensioni, non sempre dispongono”, commenta Stefano Venturi, Presidente e Amministratore Delegato Hewlett Packard Enterprise Italia. “L’iniziativa che abbiamo lanciato con Poly e Citrix mira proprio ad assicurare a queste aziende un punto di riferimento unico, in grado di accompagnarle passo passo e di mettere a loro disposizione tutte le competenze, le tecnologie, il supporto e la consulenza di cui hanno bisogno”.

Inoltre, per gestire le necessità delle organizzazioni e delle aziende che, sempre più numerose, stanno ricorrendo all’home working, Aruba – società di Hewlett Packard Enterprise specializzata nel Networking – offre la soluzione Smart Office cost-effective e Plug&Play che consente di trasferire l’ufficio a casa del singolo, del dipendente, estendendo la rete aziendale in modo rapido e affidabile.

Questa soluzione è destinata ad ambienti in cui le persone utilizzano qualsiasi tipo di dispositivo con connessione LAN o Wi-Fi, specialmente in quelli con telefonia IP o Unified Communication & Collaboration.

Grazie ai Remote Access Point (RAP) su cui si basa la soluzione, è possibile creare una VPN sicura dall’AP a un concentratore VPN installato nella sede centrale o nel Data Center: ogni dipendente può ricevere direttamente a casa un AP che propagherà lo stesso SSID della rete aziendale usufruendone anche il Wi-Fi senza dover apportare nessuna modifica alla configurazione.

Non occorre installare alcun software nei dispositivi dei singoli utenti né è necessario l’intervento diretto di un installatore a casa del dipendente (Plug&Play). È sufficiente collegare l’AP al router fornito dall’ISP per connettersi all’SSID, all’Intranet e agli altri servizi aziendali, per lavorare dalla propria abitazione; l’AP dispone, inoltre, di porte LAN cui è possibile connettere dispositivi che richiedono una connessione cablata come telefono IP, stampante di rete, PC desktop.

Per questa semplicità di implementazione e per la facilità di utilizzo, la soluzione Smart Office di Aruba è ideale per creare un piccolo ufficio personale.